Nell'ambito del Forum Internazionale della Salute

I controlli dell'Icqrf a tutela dei prodotti agroalimentari

Su 20.687 prodotti vitivinicoli controllati sono state riscontrate irregolarità pari al 12,8%

Stili di vita salutari, prevenzione, corretta alimentazione sono tra i temi principali di questa decima edizione del Sanit, Forum Internazionale della Salute” aveva dichiarato il suo Presidente Andrea Costanzo. E oggi, 21 giugno 2013, il Convegno La qualità delle produzioni del nostro agroalimentare di eccellenza garantita attraverso i controlli effettuati  dall’ICQRF  e dalle strutture autorizzate dallo stesso ICQRF  promosso dal Ministero delle Politiche Agricole ha significativamente fatto il punto proprio su questi aspetti. Alcuni dei dati diffusi relativi all’attività nel 2012 dell’ICQRF - Ispettorato centrale per il Controllo della Qualità e Repressioni delle Frodi Agroalimentari: prodotti agroalimentari controllati: 58.200; irregolarità riscontrate pari al 9,4%; sanzioni emesse: 1809. Ed in particolare su: 20.687 prodotti vitivinicoli controllati sono state riscontrate irregolarità pari al 12,8%; 8.161 prodotti del settore Olio e grassi controllati, riscontrate 7.3% di irregolarità; 3.046 prodotti controllati del Biologico, riscontrate irregolarità pari al 6%. “I prodotti di qualità regolamentare costituiscono l’eccellenza del Made in Italy e possono essere un volano per la nostra economia. Pertanto i controlli sono fondamentali”, cosi ha commentato Laura La Torre, direttore generale per il riconoscimento degli organismi di controllo e la tutela del consumatore. “Bisogna adottare un approccio moderno e integrato ai controlli e fare sistema con tutti gli attori coinvolti nella tutela delle produzioni di qualità” ha ribadito Emilio Gatto, direttore generale della prevenzione e contrasto alle frodi agroalimentari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome