Home Mercato

Mercato

 L’esigenza di difendere una quota di export arrivata a 6,4 miliardi...

Record nelle esportazioni quello rilevato dall’Osservatorio del Vino di Unione Italiana Vini – Ismea per tutta l’anno 2019: Sfiorati i 22 milioni di ettolitri con un aumento del 10,3% a volume  Toccati i 6,4 miliardi (+3,2%). Ora bisogna evitare che, con lo shock per l’emergenza coronavirus il vino italiano faccia un tonfo clamoroso precipitando da questi valori record

Come esportare Amarone se l’addetto vendite è respinto alle frontiere?

Il commercio di vino ai tempi del coronavirus. Tra blocchi logistici, richieste ingiustificate di certificati, fiere che saltano e discriminazioni del made in Italy la filiera prova a resistere. Il caso di Cantina Santa Sofia, marchio storico della Valpolicella

L’export di Caviro cresce del 17,6%

Approvato il bilancio d’esercizio 2019 del Gruppo. In soli 8 mesi raggiunto lo stesso fatturato di tutto il 2018 e la capacità produttiva sale a 120mila pezzi/ora (+14%). Il presidente Carlo Dalmonte: «Iniziano a vedersi i frutti di uno sforzo importante nella diversificazione e innovazione»

I vini non convenzionali, anarchici eppure di grande interesse

Un convegno organizzato all’Università di Foggia ha indagato le nuove tipologie di vini, per valutare se rappresentano realmente un’opportunità di sviluppo per le aziende vitivinicole italiane

Usa, prima flessione nel consumo di vino da 25 anni

In attesa della decisione sui superdazi di Trump lo stato di salute del mercato americano non appare ottimo. Iwsr registra il primo calo dei consumi dal 1994 (-0,9% nel 2019 rispetto all’anno precedente). A rischiare di più è l’Italia, visto che il mercato a stelle e strisce pesa per il 28% sull’intero export di vino nazionale

Uiv e Fivi si mobilitano contro i dazi di Trump

Azioni diplomatiche presso l’amministrazione americana e una petizione da firmare per coinvolgere le istituzioni italiane ed europee. Gli sforzi dei produttori per scongiurare un’ingiustificata ritorsione commerciale che avrebbe conseguenze nefaste sulle nostre produzioni

Ad Alleanza cooperative il premio per la valorizzazione del vino sfuso

Ruenza Santandrea, che ha guidato il settore vino cooperativo negli ultimi 4 anni, riscuote il premio internazionale “Voice of Wine 2019” assegnato durante la fiera internazionale del vino sfuso di Amsterdam. Un riconoscimento che da merito del «lavoro svolto a sostegno dei settore vitivinicolo e per gli sforzi messi in campo per migliorare la vita dei produttori di vino»

E-magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende
E-magazines

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori

Bottone #1

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli
AgriAffaires

Il vino è il comparto leader dell’export Ue

Il vino vale il 9% del totale dell’export agroalimentare Luca Rigotti, nuovo coordinatore di questo settore in Alleanza delle Cooperative: «Gli scambi mondiali sono in crescita. È fondamentale puntare su nuovi accordi commerciali per eliminare dazi e intercettare la nuova domanda proveniente dai paesi terzi. La sostenibilità è il driver più importante».

Bruxelles lancia un nuovo osservatorio di mercato per il vino

La Commissione Ue promette rilevazioni puntuali delle produzioni e dei prezzi per portare più trasparenza in un mercato che spesso soffre per la mancanza di informazioni

Il Pinot Grigio scaccia la crisi rafforzando l’identità nazionale

È il vino italiano con la maggiore quota di export. Un vantaggio che si tramuta in un rischio in un periodo di guerre commerciali. A Venezia, al primo forum dedicato alla grande denominazione del Nord Est, il presidente del Consorzio Albino Armani punta a consolidare il mercato interno ribadendo l’efficacia della scelta di rafforzare la qualità

Dalle cantine italiane ai bicchieri di tutto il mondo con UPS

Lo scenario italiano mostra un calo strutturale dei consumi di vino, spingendo i produttori a trovare nuovi mercati, anche molto lontani. Il trend dei produttori vitivinicoli corrisponde a raggiungere un numero sempre maggiore di clienti in tutto il mondo e trarre profitto da un mercato internazionale in forte espansione....

SITEVI 2019, la marcia inarrestabile dell’innovazione

Tre filiere coinvolte – vitivinicola, olivicola e dell’ortofrutta – per un salone la cui crescita in termini numerici non conosce sosta: oltre 1.100 espositori, per il 28% esteri, e dei quali 186 “new entry”. Gli espositori internazionali sono aumentati del 23% rispetto all’edizione precedente (2017), con quattro nuovi Paesi...

L’Italia del vino cresce nel mondo (ma meno dei concorrenti)

Il comparto vitivinicolo continua ad essere la locomotiva del nostro export agroalimentare e si appresta, nel 2019, a superare per la prima volta i 6 miliardi di euro di saldo di una bilancia commerciale strutturalmente attiva. L’analisi di Nomisma Wine Monitor mette però in evidenza una crescita, nel primo semestre 2019, meno vigorosa rispetto al passato, il calo significativo del prezzo medio nell’area Ue, la crescita inferiore rispetto ai concorrenti nell’estremo oriente

De Nigris e Coldiretti battezzano la filiera dell’aceto tutta italiana

Prodotto con le uve coltivate da 45 agricoltori pugliesi per valorizzare la materia prima italiana che sarà trasformata in Emilia e Campania

Dazi Usa: Unione Italiana Vini si appella al premier Conte

Gli Stati Uniti sono il mercato numero uno per il nostro export vitivinicolo. Ernesto Abbona (UIV): «Serve azione diplomatica per scongiurare sanzioni»

Vino, falsa partenza per i prezzi dell’uva del Pinot Grigio

Nella prima giornata di quotazione delle uve del Pinot grigio alla Camera di Commercio di Verona, i prezzi per la Doc delle Venezie si attestano su un minimo di 0,30 e un massimo di 0,45 centesimi al kg. Quest'anno meno quantità e più qualità

La crisi che non ti aspetti: Il Prosecco doc allo stoccaggio...

Il rischio di nuovi dazi Usa e le conseguenze della Brexit hanno determinato quello che fino a ieri sembrava impensabile: la crisi delle vendite e soprattutto, il rallentamento delle esportazioni del Prosecco Doc che rischia di rimanere invenduto nelle cantine. Così il presidente del Consorzio Stefano Zanette ha ricevuto mandato per fare fronte a questa situazione con ogni soluzione possibile
css.php