Enoforum: l’innovazione è nulla senza divulgazione

enoforum 2019
L'auditorium di Enoforum
En plein vitivinicolo per i progetti sostenuti da Horizon2020, Life+ e Pei-Agri.  A Vicenza dal 21 al 23 maggio oltre alla consuete eccellenze della ricerca vitivinicola pubblica e privata c’è stata anche l’occasione per fare il punto sull’efficacia delle misure che puntano a mettere il mondo produttivo in connessione con quello della ricerca

Enoforum, la manifestazione biennale dedicata all’innovazione viticola ed enologica, inaugurata nel 2000 e giunta alla sua undicesima edizione, si conferma, con la partecipazione di 1200 iscritti, il principale congresso europeo per il settore vitivinicolo.

Dalle tecniche viticole, il miglioramento genetico e i mezzi di monitoraggio più innovativi per aiutare la viticoltura nell’adattamento al cambiamento climatico, alle soluzioni per la valorizzazione degli scarti della filiera vitivinicola nell’ottica di un nuovo modello di economia circolare, fino al rispetto e alla valorizzazione della biodiversità microbica e varietale in cantina e in vigneto, le relazioni e le innovazioni presentate a Enoforum confermano la sensibilità e l’impegno della ricerca e della produzione per l’ambiente e la sostenibilità.

La formula che alterna i moduli gestiti dalle aziende ai contributi scientifici italiani e internazionali presentati nei due premi per la ricerca della Società Italiana per la Viticoltura e l’Enologia SIVE e votati dal pubblico, è ormai collaudata ed è stata studiata per stimolare il confronto tra tutte le voci dell’innovazione per il vigneto e per la cantina, dai ricercatori delle Università e del Centri di Ricerca, ai settori R&D delle aziende fornitrici di prodotti e tecnologie, fino agli utilizzatori delle innovazioni presentate, gli enologi, gli agronomi e i produttori.

L’inclusività vince

Gianni Trioli

«La ragione del successo di Enoforum è il suo carattere inclusivo – dice Gianni Trioli, presidente di VINIDEA società organizzatrice della manifestazione. - Enoforum è di tutti. Perché l’innovazione è di tutti: la ricerca pubblica è necessaria per sviluppare nuove conoscenze o comprovare scientificamente le intuizioni, ma ha bisogno della ricerca privata delle società fornitrici per trasformare le conoscenze in tecnologie applicabili nella produzione, e il contributo sperimentale dei tecnici di vigneto e di cantina è essenziale per adattare l’innovazione al lavoro quotidiano di produzione e alle diverse situazioni operative. Se manca uno di questi tre pilastri, non si realizza una vera innovazione, nel senso vero di una nuova tecnologia che entra nella pratica. Enoforum dà a tutti pari spazio e dignità, e in questo consiste la sua principale originalità».

Le tavole rotonde targate RRN

Il programma 2019 si è arricchito anche dei risultati di alcuni progetti di innovazione realizzati nei programmi europei Horizon2020 e Life+, oltre a quelli finanziati nell’ambito della misura 16 dei PSR Regionali. Progetti che, come evidenziato anche nelle due tavole rotonde conclusive organizzate dalla Rete Rurale Nazionale sui risultati e le esperienze dei Gruppi Operativi del PEI Agri, Partenariato Europeo per l’Innovazione, non esauriscono il loro obiettivo con la ricerca e la messa a punto delle innovazioni ma richiedono di essere divulgati e trasferiti alle aziende agricole e ai professionisti del settore.

L’accordo con Simei

Grazie all’accordo tra Enoforum e Simei i partecipanti hanno infine potuto conoscere e votare le innovazioni finaliste del premio Innovation Challenge Lucio Mastroberardino 2019, già selezionate dal comitato tecnico-scientifico e dagli esperti internazionali di SIMEI Enovitis.

Spazi espositivi

Tutti i numeri di Enoforum 2019

  • 1200 i partecipanti che hanno seguito il convegno e visitato lo spazio espositivo
  • 150 le relazioni distribuite nei tre giorni in tre sale conferenze
  • 84 i gruppi di ricerca italiani e stranieri che hanno presentato i risultati delle loro sperimentazioni in vigneto e in cantina
  • 80 i poster esposti
  • 200 vini sperimentali proposti nella sala degustazione
  • 50 i desk aziendali dei fornitori si prodotti e servizi per la viticoltura e l’enologia
Enoforum: l’innovazione è nulla senza divulgazione - Ultima modifica: 2019-06-04T21:18:15+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome