Violante Gardini è la nuova presidente dei giovani imprenditori del vino

Violante Gardini
L’Assemblea generale presso la sede del Gruppo MGM Mondodelvino di Priocca (CN) ridisegna l’organigramma di Agivi. Terenzi (presidente uscente): «Lascio un’associazione più forte e rappresentativa». Gardini (neo presidente): «La voce dei Millennials del vino italiano deve portare un messaggio di rinnovamento e sostenibilità»

  «Voglio ringraziare il consiglio e il presidente uscente per l’ottimo lavoro svolto e dare il benvenuto alla nuova compagine che sono certo saprà portare avanti con continuità e innovazione le attività dell’Associazione».

Con queste parole Paolo Castelletti, Segretario Generale di Unione Italiana Vini, ha introdotto oggi i lavori dell’Assemblea generale di AGIVI che si è tenuta presso il Gruppo MGM Mondodelvino spa di Priocca (CN), in Piemonte.

I dirigenti di domani

«AGIVI – ha continuato Castelletti - rappresenta il futuro di Unione Italiana Vini, la forza giovane dalla quale usciranno i dirigenti UIV di domani. Per questo continueremo a stare al loro fianco con un coinvolgimento sempre maggiore ai nostri tavoli di lavoro, all’interno del nostro CDA e supportando le attività formative che organizzano. Auguro a tutti un buon lavoro».

Un’associazione più aperta

L’assemblea ha infatti portato alla nomina del nuovo Consiglio di amministrazione e della sua nuova presidente, la toscana Violante Gardini, responsabile commerciale delle cantine della madre Donatella Cinelli Colombini, a sua volta presidente delle Donne del Vino. Al suo fianco due nuovi vicepresidenti, Enrico Gobino di MGM Mondodelvino spa e Marzia Varvaglione Vigna e Vini, che con lei porteranno avanti i lavori di AGIVI, iniziati già in occasione dell’Assemblea con l’approvazione del proprio statuto che prevede l’apertura dell’associazione, oltre ai produttori e ai manager, anche a nuove figure professionali come sommelier e giornalisti in qualità di soci affiliati.

L’esperienza del Wine generation forum

«Voglio ringraziare- ha commentato Federico Terenzi, presidente uscente di AGIVI - tutti coloro che in questi anni hanno sostenuto AGIVI e hanno contribuito a farla crescere e l'intero consiglio con il quale ho avuto l'onore e il piacere di lavorare».

«L'Associazione – ha ribadito - oggi è sempre più forte e rappresentativa, grazie al rafforzamento del rapporto con Unione Italiana Vini, nostra associazione senior, e grazie ai tantissimi eventi che ci hanno visto protagonisti e organizzatori, dagli incontri con la grande critica enologica italiana a quelli formativi, culminati nel Wine Generation Forum che ha visto raccolti oltre 100 giovani imprenditori del settore».

«Il grande lavoro di ricambio generazionale, con l'ingresso di tanti nuovi giovani soci - 45 solo negli ultimi tre anni - ha dato vita – ha concluso - ad un consiglio che sono certo saprà portare avanti il lavoro fatto fino ad oggi e rendere AGIVI un punto di riferimento ancora più centrale per il settore».

Dare voce ai millennials

«Credo moltissimo nel fare squadra - ha subito detto Violante Gardini dopo l’elezione avvenuta all’unanimità -  e intendo applicare in AGIVI lo stesso metodo di lavoro in gruppo che nelle esperienze precedenti mi ha permesso di aumentare i soci e organizzare iniziative importanti».

La carica più alta di AGIVI arriva infatti dopo una serie di altre importanti nomine nel mondo dell’associazionismo, quali: la presidenza nel 2008 – 2009 dei Leo Toscana, la presidenza nel 2013 del Movimento Turismo del Vino Toscana e la vicepresidenza di AGIVI dal 2016 ad oggi. Trentacinquenne toscana, Violante Gardini ha conseguito la laurea in Economia Aziendale all’Università di Firenze e subito dopo è volata a Parigi dove ha frequentato un Master OIV che l’ha portata a visitare tutte le regioni viticole e i principali mercati enologici del mondo. Sulla base di questa formazione, oggi la Gardini è assolutamente intenzionata a continuare «i viaggi di AGIVI nelle regioni del vino estere, che ci servono come stimolo e confronto -  ha fatto sapere illustrando il suo programma -. così come i corsi, il primo dei quali a febbraio. Punteremo molto anche sulla comunicazione con l’utilizzo del nuovo sito dell’Associazione e il suo collegamento con un network molto più ampio. La voce dei Millennials del vino italiano deve diventare più forte e portare un messaggio di rinnovamento e sostenibilità».

Il nuovo Consiglio di Agivi

Ecco il nuovo consiglio direttivo in carica fino al 2021

  • PresidenteGardini Violante (Az. Agr. Donatella Cinelli Colombini)
  • Vice PresidentiGobino Enrico (MGM Mondodelvino spa) e Varvaglione Marzia (Varvaglione Vigna e Vini srl)

Consiglio di Amministrazione:

  • Franco Silvia (Nino Franco)
  • Goretti Giulia (Agr Goretti Prod Vini Srl)
  • Guidi Nicola (Cantine Guidi 1929)
  • Magnabosco Matteo (Agenzia Vini Eurovini Sas di Magnabosco Matteo)
  • Rocca Ernesto Giancarlo (Dezzani SRL)
  • Rocca Vittoria (Angelo Rocca &figli)
  • Sorricchio di Valforte Annamaria (Tenute Barone di Valforte)
  • Tamburini Emanuela (Az. Agricola Tamburini)

 

Violante Gardini è la nuova presidente dei giovani imprenditori del vino - Ultima modifica: 2019-11-28T20:13:36+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome