Dal 15 settembre 2014 disponibile sugli scaffali Lidl una selezione di vini francesi a prezzi conocrrenziali

La varietà nell’offerta. Ma a un prezzo “giusto”

E nel 2015 un approfondimento dedicato alle eccellenze enologiche italiane

Botta e risposta con Gianfranco Marc Brunetti, responsabile ufficio stampa, PR&Marketing Lidl Italia. Come potremmo definire in poche parole il rapporto tra il marchio Lidl e il prodotto vino? Quanta importanza ha e con quali criteri se ne stabilisce l’assortimento? “Il vino è da sempre presente nell’assortimento di tutti i punti vendita Lidl, che oggi sono 570 in Italia e 10.000 in Europa. Il nostro assortimento si compone di circa 1.800 referenze, non molte se confrontate con quelle di un ipermercato, ma grazie ad un’attenta selezione dell’assortimento siamo in grado di garantire ai nostri clienti una spesa completa. Il vino rientra in quest’ottica, è un prodotto che non può mancare sui nostri scaffali e che, allo stesso tempo, deve rispettare la nostra filosofia aziendale ovvero offrire ai clienti il miglior rapporto qualità/prezzo. Il lavoro dei colleghi dell’ufficio acquisti diventa pertanto determinante perché con un numero di referenze limitato devono rappresentare la varietà dei vini italiani e stranieri sempre ad un prezzo giusto”. La crisi ha segnato un cambiamento nella quantità e qualità di vino acquistato dai clienti Lidl? “La crisi ha sicuramente modificato le abitudini di spesa delle famiglie. Per questo motivo Lidl invita i propri clienti a non “cambiare stile di vita”, ma a continuare a preferire la qualità a un prezzo concorrenziale, quello che noi offriamo. Il vino, forse più di altri prodotti, subisce da sempre lo stereotipo prezzo alto = qualità. Con il nostro assortimento dimostriamo ai clienti che questo non è vero. Si può bere bene anche con bottiglie da € 4,99”. Da cosa nasce l’idea di proporre nei punti vendita italiani una selezione di vini francesi? “Il progetto nasce dalla volontà di dare maggior risalto al vino nei nostri punti vendita con una selezione più ampia ed un’esposizione a scaffale di prestigio, con ceste di legno che danno proprio l’idea di una cantina. Siamo partiti con la rassegna di vini francesi, semplicemente perché la Francia è, insieme all’Italia, tra i primi produttori di vino al mondo. Abbiamo pertanto selezionato 41 etichette che meglio esprimono il patrimonio enologico francese con certificazione AOP e AOC a prezzi estremamente competitivi: dai bianchi, ai rossi, dai rosé agli champagne. La selezione è disponibile dal 15 settembre 2014 fino a esaurimento scorte e riprenderà a novembre con un focus sulle bollicine per l’avvicinarsi delle festività natalizie”. Prevedete iniziative simili, in futuro, per vini italiani? “Il 77% dei prodotti presenti nei punti vendita Lidl provengono da fornitori italiani: quota in continua crescita. Sono infatti già presenti etichette delle principali regioni della Penisola. Nel 2015 dedicheremo un approfondimento alle nostre eccellenze enologiche, con una selezione di tutto rispetto per far conoscere e far degustare ai nostri clienti i migliori prodotti sia in Italia, nei nostri 570 punti vendita, sia in Europa, presso i 10.000 negozi dell’insegna. Sarà pertanto una bella occasione di crescita anche per i nostri fornitori”.

La varietà nell’offerta. Ma a un prezzo “giusto” - Ultima modifica: 2014-09-18T23:59:40+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome