Il controllo dettagliato dei consumi idrici per singola operazione

La gestione delle acque nelle cantine

Soluzioni impiantistiche su misura per ogni specifica necessità

Da mezzo litro a 5 litri per ogni chilo di uva lavorata. Con buona approssimazione, e premesso che può essere un dato anche estremamente variabile da azienda ad azienda, è questa la forbice in cui oscilla il consumo medio di acqua in cantina. Un consumo significativo, soggetto a picchi stagionali – in primis il periodo vendemmiale e le fasi della trasformazione – passibile di essere razionalizzato sia con piccoli accorgimenti, sia con l’implementazione di impianti tecnologicamente avanzati, con evidenti miglioramenti in termini di sostenibilità, ambientale ed economica. A fronte di una generalizzata sensibilità di matrice ambientale, orientata a un risparmio soprattutto dell’acqua in entrata, non c’è ancora un vero e proprio controllo dettagliato dei flussi idrici. E invece il nodo della questione, o meglio il punto di svolta, è proprio qui: il controllo degli utilizzi, dettagliati per singola unità produttiva e singola operazione, e delle caratteristiche delle acque che entrano ed escono dalle singole operazioni. Solo con informazioni corrette sui consumi si possono verificare eventuali sprechi e pianificare corrette razionalizzazioni e riutilizzi. S.T.A. propone soluzioni impiantistiche su misura per ogni specifica necessità, impianti con diverse tecnologie e materiali, interrati o fuori terra che possono risolvere a 360° le esigenze della piccola, media e grande industria vitivinicola tra cui: impianti di depurazione a fanghi attivi a schema classico; reattori a fanghi attivi con funzionamento a ciclo discontinuo “SBR”; reattori biologici integrati a comparti di filtrazione su membrana “MBR”; impianti a biomassa adesa a letto fluido e colture sospese “MBBR”; impianti modulari prefabbricati; impianti di flottazione ad aria disciolta; impianti di potabilizzazione; impianti per trattamento acque primarie con tecnologia ad osmosi inversa e ultrafiltrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome