Succede ad Attilio Carlesso

Roberto Soriolo è il nuovo Presidente di Cantina di Soave

2200 soci per 6000 ettari di vigneti

Cambio ai vertici di Cantina di Soave: la storica azienda vitivinicola, prima cooperativa vinicola di I grado in Italia e tra le principali in Europa, dal 9 novembre ha un nuovo Presidente. Nel corso dell’annuale assemblea dei soci per la presentazione del bilancio, Attilio Carlesso ha passato il testimone a Roberto Soriolo (nella foto).
Nato a Soave nel 1954 e laureato in Medicina Veterinaria, Roberto Soriolo conduce l’azienda agricola di famiglia e si occupa da sempre di gestione e organizzazione della filiera di allevamenti bovini. Dal 2002 al 2005 ha rivestito l’incarico di Assessore alle attività produttive del comune di San Bonifacio e dal 2009 è membro del Consiglio di amministrazione di Cantina di Soave.
"Allo scadere del mandato - ha affermato Carlesso - dopo essere stato Presidente del collegio sindacale 2 anni, Vicepresidente  6 anni e Presidente della Cantina per 10 anni, sono felice di passare il testimone al mio successore che conosco e stimo da lunga data e a cui rivolgo i miei migliori auguri. Dopo tanti anni di dedizione e impegno, lascio l’incarico con la soddisfazione di aver visto l’azienda crescere e consolidarsi. Ringrazio tutti i soci, uno per uno,  per la stima, l’affetto e il sostegno che mi hanno sempre dimostrato".
Il neo Presidente Soriolo si è detto orgoglioso di succedere a Carlesso per il valore del lavoro svolto e per l’entità dei risultati raggiunti in questi anni.
"Sono membro di questo Consiglio di Amministrazione da quasi dieci anni - ha evidenziato Soriolo - e di conseguenza si tratta di un passaggio di consegne all'insegna della continuità. Il mio impegno sarà massimo e ci tengo a ringraziare tutta la base sociale per la grande fiducia che ha voluto accordarmi. Sono felice e onorato di ricoprire questa carica in una realtà importante come quella di Cantina di Soave, sempre proiettata verso il futuro, come dimostrano gli investimenti in corso che avranno grandi sviluppi nei prossimi anni".
Fondata nel 1898, Cantina di Soave celebra quest’anno il 120°anniversario: una lunga storia che affonda le radici nella terra e nel passato. A partire dalla fondazione la Cantina ha intrapreso una strada di crescita che le ha permesso di diventare una delle principali e più qualificate realtà del panorama enologico italiano ed internazionale non solo a livello cooperativo, ma generale. Anno dopo anno ha creato un mosaico selezionatissimo di siti produttivi e vigneti che abbracciano oggi cinque valli nell’Est Veronese. Cantina di Soave, con i suoi 2200 soci per 6000 ettari di vigneti, è oggi espressione delle principali denominazioni del territorio, a partire dal grande vino bianco Soave, passando dallo spumante Lessini Durello, fino ad arrivare ai gioielli enologici della Valpolicella e della zona del Garda.
Grazie ad un sistema di selezione delle uve all’avanguardia, è in grado di differenziare per soddisfare al meglio un mercato sempre più esigente e complesso, offrendo un ventaglio che spazia dai vini per tutti i giorni, ai grandi vini destinati ai ristoranti, alle enoteche e ai wine bar di tutto il mondo. L’azienda esporta oggi circa la metà della propria produzione, ed è presente in più di 50 Paesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome