La soddisfazione dei produttori isolani

Pantelleria verso l’Unesco

Le viti allevate ad alberello come Patrimonio dell'Umanità

“Esprimiamo autentica soddisfazione per la recente notizia circa l’avvenuto recepimento, da parte del Comune di Pantelleria, della idea (lanciata da questo Consorzio in una propria pubblicazione del 2007 e da noi Consorziati coralmente sostenuta e supportata documentalmente negli anni successivi fino ai giorni che viviamo) relativa alla candidatura (che il Ministro delle Politiche Agricole ha qui appena dichiarato di aver fatto propria, fino a presentarla nella opportuna sede a Parigi) della pratica colturale del vigneto ad alberello di Pantelleria nella Lista del Patrimonio Immateriale Mondiale dell’Umanità protetto dall’UNESCO. Tale riconoscimento potrebbe essere davvero imminente, dato che la competente Commissione si riunirà nel novembre prossimo. Trattasi quindi di un traguardo di enorme rilievo, la cui conquista va ascritta alla lungimiranza ideativa di questo Consorzio, nonché all’encomiabile impegno dell’ente comunale e di chi lo amministra. Siamo certi che l’intelligenza e l’equilibrio del nostro proporci, la comunicazione della qualità da noi perseguita, l’alito fresco della nostra ampia solidarietà e soprattutto l’autenticità garantita dalle nostre aziende faranno sicura presa e saranno il nostro segno distintivo”. (Pietro Alagna, Presidente del Consorzio Tutela Doc Pantelleria)

Pantelleria verso l’Unesco - Ultima modifica: 2014-09-09T15:18:06+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome