Home Editoriali e commenti

Editoriali e commenti

Georgia on my mind, ma non nei miei vitigni

Scurdammoce ‘o passato. Almeno quello più remoto. La controriforma dei cacciatori di fake news ha ormai messo nel mirino anche la pratica distorta dell’abuso di racconto del vino. Raccomandando di lasciare in pace Plinio il Vecchio e i grandi cronisti del passato. I vitigni autoctoni vanno di moda, fanno vendere e...

La teoria dell’evoluzione

Vendemmia horror. Ci sono annate che vengono ricordate per il gran caldo, altre per le gelate tardive, altre ancora per la grandine o il...

Italia-Francia, duello all’arma bianca

La testata di Zidane. Il golden goal di Trezeguet. La nazionalizzazione di Stx per evitarne l’acquisizione da parte di Fincantieri. La politica inaspettatamente nazionalista...

Vini minerali e vini minatori

"Aroma di pietra umida e struttura minerale iodata" (in uno Chablis del 2015). "Stupendo aroma di liquore di pietre" (in un Hermitage di qualche...

Più geni, meno sregolatezza

Più geni e meno sregolatezza. La partita delle nuove biotecnologie in agricoltura arriva al momento clou. Una Commissione di esperti ha redatto il rapporto...

Rossi sotto assedio

I bianchi avanzano e i rossi si ritirano nelle riserve. Non è l’epopea della conquista del west, ma la cronaca del conflitto varietale che...

L’autostrada della semplificazione

"L’Alleanza delle Cooperative ha colto favorevolmente l’iniziativa ed un nutrito gruppo di cantine ha partecipato, a fianco del Mipaaf, sin dalle prime...

E-magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende E-magazines

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori
coordinato da Dulcinea Bignami

Bottone #1

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli AgriAffaires

La rivoluzione non è mai semplice

"Nessuna rivoluzione è mai stata semplice né osannata da tutti: questo vale anche per una svolta importante come quella della dematerializzazione dei registri. Un cambiamento indispensabile ed ineludibile: non si può immaginare che un settore così importante come quello del vino non conosca sé stesso. E non...

Matrix in cantina

Connessione in corso. Richiesta di autenticazione. Compilazione dell’anagrafica con l’elenco dei vigneti, la specifica dei fornitori, dei clienti e dei committenti; il dettaglio dei recipienti di stoccaggio collegati al codice Icqrf attribuito allo stabilimento o al deposito.Da questo momento tutto quello che si fa in cantina deve essere rigorosamente...

Dematerializzazione anche per la certificazione

"La dematerializzazione dell’attività di certificazione è partita da tempo. Gli Organismi di Controllo sono da anni in possesso di software online che consentono ai produttori l’invio di comunicazioni da remoto in sostituzione di tutte i tradizionali moduli cartacei. Succede quindi che a fronte delle 12.000 operazioni comunicate...

Meno tempo in ufficio, più tempo in vigna

"Dal 2010, anno in cui abbiamo steso il nostro dossier per il disboscamento burocratico, chiediamo una vera semplificazione che ci faccia uscire dall’ufficio per tornare in vigna, il luogo dove vogliamo lavorare. La digitalizzazione dei registri può essere una semplificazione anche per i vignaioli (di certo lo...

Rispetto dei ruoli, ma anche dei tempi

"Nessuno ha mai pensato che la telematizzazione dei registri fosse una passeggiata. Questo “periodo di accompagnamento”, che è stato ultimamente definito dall’Ispettorato centrale Repressione frodi fino a fine aprile, servirà ulteriormente a capire quali siano i margini di funzionamento del sistema ed il grado di prontezza degli...

L’efficacia nel controllo premia l’onestà dei produttori

"L’Unione Italiana Vini ha sempre guardato alla dematerializzazione delle procedure come ad una grande occasione di modernizzazione del settore, riduzione del carico burocratico delle imprese e miglioramento del sistema dei controlli. Insieme alle altre importanti innovazioni introdotte dal Testo Unico della Vite e del Vino, la dematerializzazione rappresenta un...

Il vantaggio competitivo della dematerializzazione

"Semplificazione e controllo sono due temi che devono andare insieme se vogliamo salvaguardare la competitività delle imprese. Con questo obiettivo il Parlamento già nel 2014 ha approvato la dematerializzazione dei registri vinicoli. Il Ministero da allora ha impostato il nuovo sistema, lo ha condiviso e testato per oltre un anno e mezzo con la filiera e infine...

La qualità c’è dove c’è reddito

"È un dato di fatto: negli ultimi anni la vite ha spostato il suo baricentro produttivo dalle zone marginali, tradizionalmente considerate ad alta vocazione viticola, a quelle più fertili di pianura. Ciò si deve principalmente a due eventi indirettamente legati: in primo luogo il maggior reddito netto...

La piramide è più alta, se si allarga la base

"La sfida dei prossimi anni per la viticoltura italiana sarà quella di far convivere, e di conseguenza collaborare, le grandi realtà produttive con le piccole realtà artigianali che rendono prezioso ed unico il nostro Paese. Dovranno trovare un’unione d’intenti per dare una risposta al mercato globale e...

La ricchezza sta nella diversità

"Che il vigneto Italia stia scivolando a valle è un dato di fatto, che questo abbia luogo in ambienti inediti è tutto da dimostrare! Per quanto riguarda il Prosecco Doc, la maggior parte dei vigneti di Glera atti alla produzione dell’omonima denominazione insistono in territori destinati alla...
css.php