Una partnership che ha l’obiettivo di offrire soluzioni integrate per il settore vitivinicolo

PININFARINA e AMETHYST insieme per il Wine Design

La combinazione di due eccellenze per un approccio innovativo

Un interlocutore unico per le esigenze architettoniche e impiantistiche delle cantine: Pininfarina e Amethyst hanno recentemente lanciato il brand WIDE – Wine Design, una partnership che ha l’obiettivo di offrire soluzioni integrate per il settore vitivinicolo. Una combinazione delle competenze di Pininfarina nell’architettura e nell’industrial design con quelle di Amethyst nella progettazione legata a tutti gli aspetti della produzione vinicola. WIDE nasce dalla consapevolezza che la cantina si sta trasformando con l’assunzione di nuovi volti: da luogo secolare di produzione del vino a destinazione turistica e culturale. Si pone quindi come interlocutore unico capace di progettare una cantina ex-novo – o di adeguare una struttura preesistente – con un approccio innovativo, grazie alla combinazione di due eccellenze: lo stile architettonico unico di Pininfarina, senza tempo e capace di integrarsi con armonia nel contesto paesaggistico; il know-how di Amethyst nella progettazione di impianti di processo, di produzione e distribuzione di energie termica ed elettrica, di trattamento di acque reflue enologiche e civili che garantiscono alte prestazioni in termini di rendimento e affidabilità, e il rispetto dell’ambiente grazie anche a sistemi brevettati. “Pininfarina combina da sempre tradizione e innovazione”, afferma Paolo Pininfarina, Presidente del Gruppo. “La cantina è uno spazio straordinario, nel quale convivono un sapere antico e tecnologie all’avanguardia. Con il progetto WIDE vogliamo valorizzare questo straordinario patrimonio rendendo le cantine luoghi nei quali vivere esperienze eccezionali”. “Amethyst coniuga competenze tecnologiche di alto livello, frutto di intersezione di percorsi formativi e lavorativi diversi, grazie ai quali l’innovazione si rende possibile”, afferma Dario Marengo, Amministratore di Amethyst. “Con la tecnologia al servizio del processo produttivo contribuiamo a far sì che in un bicchiere di vino ci siano emozione, ricordo, racconto di un percorso tecnico, paesaggistico e architettonico che spiega ciò che è dovuto alla natura e ciò che è dovuto all’uomo: insomma, i fattori che fanno del vino un prodotto di qualità su un territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome