Dopo aver festeggiato il ventennale a Bruxelles

Sarà in Italia l’edizione 2015 del Concours Mondial de Bruxelles

Le date del Concours coincideranno con l’inizio dell’Expo 2015

Era tornato a Bruxelles per festeggiare il suo ventennale, ma l’anno prossimo il Concours Mondial de Bruxelles ricomincerà a viaggiare per toccare le più importanti regioni vinicole del mondo e tornerà in Italia, come è stato appena annunciato dal direttore del Premio, Thomas Costenoble. Toccherà a Jesolo ospitare questa prestigiosa manifestazione che ogni anno assegna giudizi di qualità su migliaia di vini in commercio. All’annuncio, il sindaco della città veneta Valerio Zoggia presenta la sua città ai degustatori in sala e promette loro un’edizione ricca di eventi e di scoperte, sottolineando come “la cultura del vino sia per Jesolo, e per il Veneto in generale, l’espressione stessa della nostra tradizione e un elemento chiave della nostra identità, perché il vino è capace di raccontare la storia e la cultura veneta e allo stesso modo caratterizzare il territorio e segnare i paesaggi”. Zoggia, che ha assistito all’edizione di Bruxelles, si è complimentato per l’organizzazione e ha sottolineato come sia rimasto fortemente colpito dal numero dei campioni degustati e dalla provenienza degli stessi sottolineando come il gusto sia occasione di conoscenza e un’occasione ghiotta per superare barriere che separano le culture. Non a caso Jesolo ha sostenuto la propria candidatura per il 2015: le date del Concours coincideranno infatti con l’inizio dell’Expo 2015 e contribuiranno a fare dell’Italia il cuore pulsante del mondo. Nato nel 1994, il Concorso negli anni è cresciuto enormemente e ha amplificato il suo prestigio. Itinerante dal 2006, ha toccato varie capitali del vino e in Italia solo Palermo, fino ad oggi, aveva avuto l’onore di ospitarla. Il 2014 ha visto pervenire 8060 vini da 58 paesi che sono stati valutati durante 3 giornate intense di degustazioni da 310 esperti provenienti da 51 paesi, fidati consiglieri dei consumatori. La Francia resta il primo paese partecipante con 2.428 vini presentati, seguito dalla Spagna (1.615), dall’Italia (1.153), dal Portogallo e dal Cile, che resta il paese più rappresentato dell’emisfero sud.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome