Un'iniziativa del Consorzio del Movimento Turismo del Vino Puglia

Vini di Puglia: trasferta a stelle e striscie

A febbraio protagonisti a New York per la tappa americana di Vinitaly International 2014

Dopo il successo dello scorso novembre in Asia, il Consorzio del Movimento Turismo del Vino Puglia apre il 2014 con una nuova sfida. Il prossimo 3 febbraio, infatti, sette aziende presenteranno i loro prodotti al mercato statunitense in occasione della tappa 2014 del “Vinitaly International”: il progetto di Vinitaly e VeronaFiere nato per promuovere l'eccellenza dei vini italiani sulle principali piazze internazionali. Protagoniste, presso il Metropolitan Pavillon di New York (125 West 18th Street), saranno le cantine Carvinea di Carovigno (Br), Castel di Salve di Depressa di Tricase (Le), Duca Carlo Guarini di Scorrano (Le), Tenute Eméra di Pulsano (Ta), Mottura di Tuglie (Le), Rivera di Andria, Vigne&Vini di Leporano (Ta), pronte a puntare su quello che per l'export italiano del vino è divenuto il principale mercato di riferimento e che nel 2013 ha visto un incremento del 10%, confermandosi ancora una volta primo paese importatore di vino italiano. “Il programma OCM 'Vini di Puglia IV', dedicato alla promozione delle nostre cantine consorziate nei paesi extaeuropei afferma Sebastiano de Corato, presidente del Consorzio Movimento Turismo del Vino Pugliaprosegue con la partnership di Vinitaly International  Il primo appuntamento per il 2014 ci vedrà impegnati a New York, porta degli Stati Uniti, il principale mercato di riferimento per l'export vinicolo italiano. All’interno della manifestazione Vinitaly NY le aziende pugliesi, coordinate dal nostro consorzio, avranno l'opportunità di far scoprire e apprezzare il meglio del patrimonio vinicolo della nostra regione a buyers, operatori e opinion leader di questo importante mercato portando alta la bandiera del vino pugliese di qualità, con riflessi positivi sull'intero comparto regionale”. Per tutta la giornata non mancheranno momenti di formazione e approfondimento, con tavole rotonde, seminari e tasting al fine di creare uno spazio privilegiato di incontro e discussione tra i produttori italiani e gli operatori del wine and food locali. Due le novità dell'edizione 2014 di Vinitaly International. L'evento nella Grande Mela sarà l'occasione per inaugurare la Vinitaly International Academy. L'Accademia, diretta da Ian D’Agata, nasce dall'esigenza di spiegare, divulgare e trasmettere le caratteristiche del vino italiano, per tutti i livelli di conoscenza, dal novello all’esperto, in base al mercato di riferimento. Durante l'evento, dunque, un' innovativa serie di masterclass combinerà degustazioni mirate con lezioni specifiche su i principali vitigni italiani. In questo ricco calendario di appuntamenti protagonista anche la Puglia. Infatti, alle ore 15,00 è in programma il MasterClass sui Vini di Puglia. A questo importante appuntamento per la promozione commerciale delle aziende pugliesi, prenderà parte una platea selezionata comprendente esponenti della stampa specializzata, traders (sia del canale Horeca che GDO) e opinion leaders. Il master class, guidato da Daniele Cirsone - esperto di vini e territori di Puglia - prenderà il via con un mini-seminario sulla Puglia enoica, con focus sul territorio e sui principali vitigni cui seguirà un wine tasting guidato su sette etichette (una per azienda partecipante) strategiche per il mercato americano. Altro strumento che sarà presentato in questa tappa newyorchese è il Vinitaly International Importer Connect, importante novità digitale che si pone l'obiettivo di aiutare i produttori non rappresentati a trovare l'importatore più adatto alle loro esigenze anche via Internet. In collaborazione con il portale Beverage Trade Network, Vinitaly International inaugurerà uno spazio virtuale che faciliterà l'incontro, a livello globale, tra domanda e offerta dell'industria del vino. Grande risalto avranno anche le cantine pugliesi aderenti ad OCM Vini di Puglia IV che saranno presenti sul portale con una vetrina aziendale dedicata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome