Grazie alle pratiche green in vigneto e in cantina

Premio Eco-Friendly a Cantina Valpolicella Negrar

Il Consorzio di Tutela Vini Valpolicella premiato come istituzione per il progetto "Riduci Risparmia Rispetta"

Cantina Valpolicella Negrar Amica dell'Ambiente: il riconoscimento green è stato assegnato dalla guida del Touring ViniBuoni d'Italia e Verallia. Che, fra le cinque aziende vitivinicole premiate, hanno scelto in Veneto la Cantina cooperativa insignendola del Premio Eco-friendly per il progetto di sostenibilità in vigna. La cerimonia di consegna è avvenuta nell’ambito di Merano Wine Festival 2013. Insieme a Cantina Valpolicella Negrar, in qualità di Istituzione, è stata premiato anche il Consorzio di Tutela Vini Valpolicella, promotore del progetto Riduci Risparmia Rispetta. Valpolicella vitivinicola sempre più green: nel 2013 praticata la confusione sessuale su un terzo dei 600 ha di vigneti della Cantina. "In futuro, sempre più consumatori sceglieranno un vino non solo per il prezzo, la varietà e l'origine, ma anche per il rispetto dell'ambiente praticato dai produttori in vigna e cantina, ed il Premio Eco-friendly ci stimola a proseguire nella nostra azione, attenta ai valori di eco-sostenibilità", afferma Daniele Accordini, direttore ed enologo di Cantina Valpolicella Negrar. Ma quali sono le buone pratiche effettuate in vigna dalla Cantina motivo del premio? "Tutti i 230 soci adottano nei loro vigneti la lotta integrata, per cui i trattamenti sono molto ridotti ed eseguiti con  prodotti a basso impatto ambientale", spiega Claudio Oliboni, tecnico di campagna della Cantina cooperativa. Che aggiunge: "Da alcuni anni a questa parte abbiamo adottato la confusione sessuale come metodo naturale per il controllo degli insetti fitofagi, rappresentati soprattutto dalle tignolette e nel 2013 questa pratica, che consiste nell'applicazione sui tralci di vite di speciali diffusori di feromoni sessuali che ostacolano l'incontro fra gli insetti maschio e femmina e dunque la loro proliferazione, ha coinvolto 200 ettari di Valpolicella, cioè circa un terzo della superficie complessiva dei vigneti dei nostri soci".  Le buone pratiche di sostenibilità ambientale si estendono anche nelle operazioni in Cantina, dove è attivo un sistema di riciclo delle acque. Oltre all'utilizzo di lampadine a basso consumo energetico, una percentuale crescente del materiale cartaceo utilizzato, dai cartoni per le bottiglie ai dépliant alle shopping bag, è realizzato con carta certificata FSC, priva di colle o vernici chimiche e proveniente da foreste dove sono rispettati rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. "I costi di applicazione dei metodi naturali in vigna sono leggermente superiori a quelli sostenuti per la difesa convenzionale - conclude Accordini - ma i vantaggi in termini di rispetto e tutela dell'ambiente, nonché della salute degli operatori, dei cittadini e dei consumatori sono impagabili".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome