20 prodotti selezionati su 79 candidature presentate

SITEVI Innovation Awards: i trend, i premiati

Quest'anno, su 79 candidature presentate, la giuria ha selezionato 20 prodotti, assegnando 2 medaglie d'oro, 6 d'argento e 12 di bronzo

A 40 anni dalla sua creazione, SITEVI (Bordeaux, 28-30 novembre 2017) è diventato il più grande salone mondiale organizzato intorno alle 3 filiere vite-vino, olivicoltura e ortofrutta. L’edizione 2017 si preannuncia eccezionale grazie a un numero di espositori mai raggiunto, a una dimensione internazionale consolidata e al posizionamento dell’innovazione al centro del salone. Innovazione che nell'ambito del SITEVI trova il proprio momento di celebrazione nei SITEVI Innovation Awards, che di edizione in edizione testimoniano le tendenze di fondo dei settori cui il salone si rivolge, evidenziando al contempo le evoluzioni di domani. Quest'anno, su 79 candidature presentate, la giuria ha selezionato 20 prodotti, assegnando 2 medaglie d'oro, 6 d'argento e 12 di bronzo.

I trend

La prima tendenza forte è legata allo sviluppo della tecnologia digitale per l'automazione delle macchine e l'agricoltura digitale. Da alcuni decenni ormai la tecnologia digitale contribuisce all'evoluzione delle macchine verso prestazioni più elevate, sicurezza e assistenza alla guida. Oltre a questo, oggi esistono funzioni molto avanzate per il controllo dei processi di produzione e soprattutto dei protocolli tecnici. Stiamo entrando nell'era dell'agricoltura misurata, e in particolare della viticoltura misurata. La seconda tendenza è quella di migliorare l'efficienza di macchie e attrezzature per i trattamenti di difesa, al fine di ridurne l'impatto. In attesa dell'arrivo di soluzioni alternative, come i prodotti biocontrollo, e qualunque sia il tipo di prodotto utilizzato (chimico, naturale, biocontrollo), è essenziale limitare la deriva del prodotto e aumentarne l'efficienza. Ciò presuppone una conoscenza dettagliata del funzionamento delle macchine, la loro progettazione, l'aggiunta di funzioni di assistenza al conducente e cambiamenti nei principi di irrorazione. Infine, il terzo trend di questo SITEVI 2017 è l' ottimizzazione della qualità delle tecniche e delle produzioni. L'obiettivo è quello di ottenere prodotti finiti privi di difetti e di controllare meglio tutte le fasi della produzione, dal lavoro in campo fino alle fasi finali, come il confezionamento.

Il digitale avanza

Lo sviluppo della tecnologia digitale in agricoltura è una vera e propria svolta. Il ragionamento agronomico non si basa più su pochi dati per ogni appezzamento ma su migliaia di dati, la cui analisi permette di dare un prezioso contributo al processo decisionale e alla realizzazione di azioni sempre più mirate e modulate nella loro intensità (dalla modulazione della fertilizzazione alla vendemmia di precisione, attraverso la gestione individuale delle singole piante). Il Connected Vineyard IoV, Internet of Vineyard di SDF France (Medaglia di Bronzo) illustra questa svolta offrendo un sistema di agricoltura di precisione completo comprendente un'intera catena, dall'acquisizione dei dati da stazioni meteo automatiche e droni a uno strumento di analisi dei dati e per finire alla possibilità di modulare gli interventi in campo grazie a strumenti dotati di connessione ISOBUS Il sistema NEOmap di Gregoire (Medaglia d'Argento) estende la gamma di dati necessari per questa rivoluzione agronomica. La mappatura della resa intraparcellare è un ulteriore strumento per poter gestire in modo più puntuale gli appezzamenti vitati e comprendere meglio le relazioni esistenti tra tecniche sito-specifiche (input) e i risultati ottenuti (output). Questa mappatura si basa su misurazioni effettuate da un sensore di peso del vendemmiato, combinato con i dati di localizzazione GPS. Ma digitale significa anche automazione del funzionamento e del controllo della macchina. Il sistema AutopincH di Grégoire (Medaglia d'Oro) assicura per la prima volta la regolazione dalla cabina degli organi di distacco, una regolazione spesso trascurata per mancanza di tempo. La forza con cui opera la vendemmiatrice nei diversi tratti del filare è regolata in funzione del vigore delle diverse piante. Il digitale rende anche possibile l'ottimizzazione delle singole funzioni di una macchina. Con il suo IMS 2.0 (Intelligent Harvest Machine Management) New Holland France (Medaglia di Bronzo) si spinge ancora oltre, offrendo un'ottimizzazione globale di tutte le funzioni (quelle relative alla trasmissione, alla meccanica di raccolta, etc.) in interazione tra loro e con il motore. Il sistema è con strumenti di altri produttori (Berthoud, Provitis) per una maggiore efficienza globale e una migliore ergonomia di guida. In definitiva, maggiore efficienza per ridurre il consumo di carburante e i tempi di lavoro. Il sistema EASYpilot (Medaglia di Bronzo) Grégoire offre un'efficiente soluzione di guida automatica per macchine semoventi, a impiego diurno e notturno. Soluzione destinata esclusivamente alla guida della macchina, EASYpilot è poco costosa rispetto a un sistema come il GPS RTK. Tra le operazioni di manutenzione delle vendemmiatrici, particolarmente oneroso risulta il lavaggio al termine della giornata di lavoro o in occasione del cambio di appezzamento. New Holland France ha sviluppato un sistema di lavaggio assistito per la vendemmiatrice (Medaglia d'Argento), completamente integrato nell'IMS 2.0. Grazie a un radiocomando, l'operatore avvia un ciclo di lavaggio di cui molte fasi sono automatizzate e controllate dall'IMS 2.0. Il risultato è un aumento significativo della velocità e dell'efficienza della pulizia, nonché della sicurezza per l'operatore. L'automazione spesso riguarda in primo luogo le apparecchiature fisse o interne delle cantine. Il sistema EVO AUTO di Parsec (Medaglia di Bronzo) dosa e inietta automaticamente CO2 e azoto per correggere e regolare il contenuto di gas disciolto (O2 e CO2). Questo sistema è molto versatile e contribuisce alla limitazione dei solfitaggi.

Trattamenti efficaci ed efficienti

EoleDrift (Medaglia d'Argento), proposta dall'IFV è uno strumento è destinato a testare nuove soluzioni nel settore dell'irrorazione, per fornire alle case costruttrici elementi solidi per la progettazione di irroratrici innovative. La particolarità di questo strumento è quella di poter simulare tutte le situazioni che si possono incontrare durante il lavoro (in particolare velocità e direzione del vento). AGRICOLMECCANICA Srl propone DRIFT RECOVERY'' LOW'' 1000 LITRES (Medaglia di Bronzo). Questo dispositivo combina diverse interessanti funzioni: una turbina per braccio, con la possibilità di regolare il flusso d'aria di ogni turbina; pannelli di recupero con separatori a goccia (l'aria non viene intrappolata dai pannelli), i quali pannelli rimangono verticali in condizioni di lavoro in pendenza grazie a sensori in grado di rilevare l'inclinazione del terreno. Con il sistema DYNAJET FLEX 7140 proposto da Teejet (Medaglia d'Argento) è possibile lavorare a pressione costante anche al variare della portata degli ugelli. Applicato all'arboricoltura e alla viticoltura questo sistema offre nuove e interessanti possibilità come la scelta della dose applicata da ogni ugello. Ad esempio, il sistema permette di aumentare la dose sulla zona dei grappoli rispetto al resto della parete, di chiudere temporaneamente o per un periodo più lungo un determinato ugello, in modo da puntare solo dove è presente la vegetazione, etc. Anche in presenza di una gestione razionale dei trattamenti, resta possibile la contaminazione dei vini. È per rispondere a questo tipo di problema che Laffort ha sviluppato FlowPure (Medaglia d'Oro), Una fibra micronizzata vegetale per l'adsorbimento selettivo di contaminanti del vino, destinata a ridurne i contenuti in ocratossina A e residui di antiparassitari.

Ottimizzare tecniche produttive e qualità dei prodotti

Il GAI 45012 Tester per bombole a pressione (GAI France, Medaglia d'Argento) è stato progettato per garantire che le bottiglie non vengano danneggiate dopo l'imbottigliamento e per evitare rotture sia durante l'imbottigliamento (arresto della produzione) sia presso il distributore o il cliente (restituzione del lotto). La qualità delle chiusure enologiche è anche garanzia di qualità dei vini e di loro durata nella conservazione, ma i classici collanti per il sughero tecnico sono sempre meno accettati. Realizzato in sughero 100% vegetale e legante naturale a base di cera d'api e polioli 100% vegetali, il tappo tecnico Origine by Diam (Medaglia di Bronzo) è un prodotto naturale che soddisfa tutte le richieste sopra esposte. Evitare l'ossidazione delle uve tra la vendemmia e il ricevimento in cantina è un altro passaggio fondamentale per la garanzia di qualità. Il rimorchio drenante Delta REC di Bucher Vaslin (Medaglia di Bronzo) assicura questo obiettivo separando i succhi liberi dalle uve durante il trasporto e garantendo la solfitazione semi-automatica delle vasche che servono come recipienti per i succhi liberi. Tonnellerie Vicard propone botti selezionate secondo il loro potenziale tannico (Vicard Génération 7, Medaglia di Bronzo). Le doghe sono selezionate in base al loro contenuto di ellagitanini, e questa selezione è combinata con un sistema di riscaldamento molecolare adattato al contenuto in tannino del legno. Con il Béret flottant(Medaglia di Bronzo) Percitank propone un'originale soluzione per trasformare qualsiasi serbatoio cilindrico in un vaso vinario. Un coperchio gonfiabile in plastica alimentare viene inserito attraverso il chiusino nella parte superiore del serbatoio. Una volta gonfiato, questo coperchio si trasforma in una superficie rigida che garantisce la completa tenuta del serbatoio. La progettazione della cantina è uno strumento per l'ottimizzazione del flusso di lavoro, dalla vinificazione alla spedizione. Questo è ciò che Ingevin propone con la sua ECOCHAI 4E (Medaglia di Bronzo). L'originalità di questo progetto si basa su un approccio globale che tiene conto di tutti gli aspetti: sostenibilità e ambiente, ergonomia del lavoro e distanze ridotte da coprire, riduzione dei costi di costruzione e di esercizio. L'approccio contempla anche l'evoluzione dell'attività e la possibilità di ampliamento senza mettere in discussione i benefici di questa concezione. La velocità di esecuzione del lavoro in campo è correlata anche alla possibilità che l'operatore possa o meno essere in grado di monitorare gli interventi. La Medaglia di Bronzo Provitis SMD 50P Integral Vision Machine Holder è un porta-attrezzi su cui possono essere applicati diversi utensili come cimatrici, defogliatrici, ecc. Progettato per essere montata sulla parte anteriore del trattore, permette all'operatore di lavorare in vigne strette e larghe mantenendo la totale visibilità sugli utensili. Il funzionamento dei gocciolatori di impianti di subirrigazione può essere disturbato dalle radici (un incidente raro, ma difficile da diagnosticare rapidamente e altrettanto da correggere). UNIWINE AS XR di NETAFIM France (Medaglia di Bronzo) è una linea gocciolante studiata appositamente per la sub irrigazione in viticoltura. I gocciolatori, a base di ossido di rame, antibatterico, e di una resina, sono autopulenti e dotati di un meccanismo anti-sifone, oltre a essere resistenti all'intrusione da parte di radici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome