La trasversalità unita alla forte specializzazione

Vigneto e frutteto approdano a Fieragricola 2014

Due padiglioni interamente dedicati a questi settori produttivi

Quella in programma dal 6 al 9 febbraio prossimi sarà la 111ª edizione Fieragricola di Verona, capitale europea dell’agricoltura durante la manifestazione internazionale dedicata al comparto primario e, geograficamente e culturalmente, porta d’ingresso privilegiata per l’Europa Centrale che guarda all’Italia. Dal 1898 Fieragricola accompagna il mondo agricolo lungo il percorso dell’innovazione che guarda alla produttività, al mercato e - sulla spinta della Politica agricola comune - alla sostenibilità economica e ambientale. "Una delle caratteristiche più apprezzate della manifestazione - osserva il presidente di Veronafiere, Ettore Riello - è la trasversalità, che coniuga una forte specializzazione alla completezza del panorama entro cui si muove il comparto primario: dall’agrimeccanica alla zootecnia, dalla multifunzionalità alle energie rinnovabili, dalle agro-forniture ai servizi per l’agricoltura, dall’agricoltura di precisione alla filiera corta". Fieragricola è visitata infatti da agricoltori, allevatori, mangimisti, agrituristi, imprenditori delle agro-energie, veterinari, contoterzisti, dealer di macchine agricole. E parliamo d numeri importanti: oltre 135.000 visitatori certificati per ogni edizione (l’ultima si fermò a 101.000 a causa della tempesta di neve che paralizzò i trasporti in Italia). i numeri della precedente edizione, comunque, hanno visto la presenza di 1.179 espositori (dei quali 85 esteri, provenienti da 22 Paesi), confermando la superficie di 62.236 metri quadrati netti utilizzati (dei quali oltre 10mila dedicati agli special show), 10 padiglioni occupati, cinque aree dimostrative (dedicate ai mezzi agricoli e alle energie rinnovabili), 320 buyer internazionali provenienti da 46 Paesi. Le novità di Fieragricola 2014 Il layout espositivo è stato rinnovato, per semplificare al visitatore il percorso di visita. Nello specifico, il padiglione 1 ospiterà la multifunzione dell’azienda agricola, i servizi e i prodotti per l’agriturismo, un settore che in Italia, con oltre 21.400 imprese, è ancora in crescita (+3,4 per cento nel 2012 rispetto all’anno precedente). Nel padiglione 2 sono collocate le aree sull’agricoltura sostenibile e sulle colture protette, la fertirrigazione, la serra e le colture fuori suolo (una opportunità sicura di fare business che può trovare spazio anche in Austria e Germania). Il padiglione 3 sarà interamente dedicato a tutte le energie rinnovabili in agricoltura (fotovoltaico, solare, eolico, mini-idro, biomasse solide e vegetali, co-generazione, ri-generazione). I padiglioni 6 e 7 ospiteranno la meccanica agricola “pesante” e le attrezzature, con una vasta esposizione delle più innovative case produttrici internazionali. Il padiglione 8 sarà quello della zootecnia e i padiglioni 10 e 11 saranno invece incentrati su attrezzature, macchinari e prodotti per l’allevamento. Agricoltura ad alto valore aggiunto: vigneto e frutteto I padiglioni 4 e 5 saranno interamente dedicati a vigneto e frutteto. Con un’area Forum, un’area commerciale dedicata alle trattrici e alle macchine specializzate per vigneto, frutteto, i trattori isodiametrici e i cingolati, ma anche i prodotti, le attrezzature, i servizi e i prodotti e il vivaismo per il vigneto e frutteto. All’esterno, le aree demo per le prove tecniche di macchinari e cantieri specializzati combinati. Quello delle macchine per vigneto e frutteto è un segmento in cui la leadership dei costruttori italiani è riconosciuta dai numeri e dal volume delle esportazioni, intorno all’80%. Il terziario al servizio dell’agricoltura. Fieragricola offre ai visitatori un percorso completo anche sui servizi dedicati all’attività agricola: analisi chimiche, informatica e software per l’agricoltura, ricerca agronomica, servizi assicurativi, bancari, di telecomunicazioni, stampa tecnica, enti, istituzioni e associazioni di categoria. I convegni Come ha dichiarato a Bruxelles il commissario europeo all’Agricoltura, Dacian Cioloş, in occasione della presentazione del libro edito proprio da Fieragricola sulla Storia della Politica agricola comune, "Fieragricola 2014 sarà uno dei primi appuntamenti chiave per approfondire gli aspetti legati all’applicazione della riforma Pac, che è stata approvata a fine giugno e che a novembre sarà definita anche nella sua formula legislativa".  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome