16 premi sono stati assegnati su una sessantina di proposte in gara

21a edizione dei Trofei dell’Innovazione: Vinitech-Sifel svela i vincitori

Quest'anno nessun oro

Il 6 settembre scorso, la giuria di esperti dei Trofei dell’Innovazione Vinitech-Sifel riunita a Bordeaux, ha assegnato i premi 2018 di questo concorso d’eccellenza riservato ad attrezzature, processi o tecniche innovatrici degli espositori, relative a tutte le filiere. Dopo valutazioni e deliberazioni, 16 premi sono stati assegnati su una sessantina di proposte in gara: 1 Premio Speciale della Giuria, 6 Trofei d’Argento, 9 Trofei di Bronzo. Completate da 14 Citazioni, queste innovazioni illustrano il grande dinamismo dei costruttori in tutte le sfere della ricerca e dello sviluppo; esse evidenziano anche l’impegno crescente delle filiere viticole, frutticole e orticole per affrontare le sfide della responsabilità sociale d’impresa (RSI) in un’ottica di sviluppo sostenibile.

I principali trend di innovazione
Per i due Copresidenti del Comitato Scientifico e Tecnico del Salone, Christophe RIOU (Vice-direttore dell’IFV) e Pierre GAILLARD (Direttore d’Invenio), responsabile del coordinamento della R&S frutta e ortaggi per conto di Propulso, questa 21a edizione dei Trofei conferma l’impegno delle filiere per un’agricoltura sostenibile in un contesto contrassegnato dalla responsabilità ambientale e sociale delle aziende. Si osserva infatti:
►Una diversificazione delle aziende impegnate sulle nuove questioni societarie e ambientali. Esse sono di tutte le dimensioni (piccole, medie o grandi) e lavorano in tutti i settori. A livello internazionale, la Giuria ha individuato sei aziende innovative: Intranox (Spagna), Braun Maschinenbau (Germania), Lindner (Austria), Mollificio Bortolussi Srl (Italia), Raytec Vision SPA (Italia) e Vinventions SA (Belgio).
►Una dinamica innovativa e un fiorire di idee in tutti i settori di attività (le pratiche agricole, le tecniche colturali e i sistemi di produzione).
Questo palmarès 2018 raccoglie la doppia sfida della transizione ecologica e della transizione digitale; esso premia scoperte significative o una intensificazione della R&S intorno a quattro assi principali:
►La riduzione dell’impatto ambientale e delle dosi di prodotti fitosanitari
►La protezione contro i rischi da esposizione e la salute di utilizzatori e residenti
►L’agricoltura di precisione: pilotaggio, robotica, sistemi connessi e intelligenti in tutte le fasi della produzione
►Le innovazioni relative a utilizzo, praticità, ergonomia.

Nessun oro
Infine, in questi tempi di profondi mutamenti sociali in cui l’agricoltura deve rispondere alla sfida della rivoluzione verde e digitale, questa annata 2018 ricorda che l’innovazione non è soltanto un risultato ma anche un processo nel quale solo la virtù del tempo più lungo crea la svolta innovativa.
"Un tempo lungo è necessario allo sviluppo industriale e al trasferimento di tecnologia. Si osserva un bisogno di maturità e di appropriazione delle innovazioni di fronte alle sfide societarie e ambientali. Questo è il motivo per cui la Giuria ha rinunciato ad attribuire il Trofeo d’Oro, poiché nessuna delle proposte presentate quest’anno rispondeva ai severi criteri richiesti dal regolamento per questo riconoscimento: un'innovazione significativa, perfino di rottura, ben sviluppata e che apporti un contributo in almeno una delle dimensioni dello sviluppo sostenibile" (estratto del regolamento dei Trofei dell’Innovazione Vinitech-Sifel). Una decisione difficile ma consapevolmente assunta che testimonia il rigore di questo concorso", osservano Christophe RIOU e Pierre GAILLARD.
È in tale ottica che la giuria, contemporaneamente ai 6 Trofei d’Argento e ai 9 Trofei di Bronzo ha:
►premiato con il suo Premio Speciale 2018 la società DiiMotion attribuendole l’unico riconoscimento in denaro (5000 euro), la giuria sostiene la diffusione di questa soluzione trasversale molto promettente.
►attribuito 14 citazioni a lavori in corso. Con questi riconoscimenti più numerosi la giuria ha voluto incoraggiare la R&S dei costruttori che ora affrontano problemi di fondo e nuove sfide che richiedono un tempo maggiore per arrivare ad un risultato ed al loro sviluppo.

Il Premio Speciale della giuria per DiiMOTION
Il Premio Speciale della Giuria, attribuito alla società DIIMOTION (cat. Tecniche colturali) per incoraggiare lo sviluppo della sua innovazione PIIX per iniezione diretta di prodotti fitosanitari per atomizzatori: questo costruttore si distingue con questo sistema d’iniezione diretta dei prodotti fitosanitari nel circuito degli atomizzatori. La vasca principale contiene soltanto acqua ed i prodotti liquidi o solidi sono nelle vasche del PIIX. Ciò permette di ottimizzare l’utilizzo dei prodotti fitosanitari, di ridurre al minimo la quantità di effluenti prodotti e di ridurre l’esposizione degli operatori. Questo sistema di iniezione diretta apre prospettive interessanti in termini di atomizzazione di precisione poiché permette di modulare il dosaggio su scala intraparcellare.

6 TROFEI D’ARGENTO per l’agricoltura di precisione e il pilotaggio tramite sistemi connessi

Categoria: Frutta & ortaggi
La società CBC BIOGARD, premiata per il primo prodotto per la confusione sessuale sul pomodoro in serra. Questo sistema di lotta contro la Tuta Absoluta sulla coltura di pomodoro fuori terra sotto serra tramite fili imbevuti di feromoni, disseminati nella serra (1000 fili per ettaro).
Categoria: Tecniche colturali
ERTUS si distingue con Exapta, un software (OAD) che assiste il viticoltore nella programmazione dei lavori viticoli, e in particolare i trattamenti fitosanitari. Il software registra i dati sugli stadi fenologici, l’attrezzatura disponibile, l’elenco dei prodotti fitosanitari e delle malattie, il piano particellare.
INFACO è premiata per il suo dispositivo supplementare di sicurezza "wireless" per forbici per potare elettriche, DSES Wireless. Compatibile con le ultime due generazioni di forbici elettriche, l’innovazione si basa sulla creazione di un circuito conduttore tra il grilletto della forbice (organo di comando quindi scelta strategica per la sicurezza del dispositivo) ed il corpo dell’utilizzatore.
Categoria: Vite e Vino
La società CITF propone un sistema robotizzato molto innovativo di cernita dell’uva raccolta, battezzato processo ALIEN. Si tratta di un sistema di cernita ottica, nel quale la separazione degli scarti è eseguita da bracci robotizzati muniti di ugelli di aspirazione. Si tratta di una prima applicazione della robotica in cantina per una qualità migliore del raccolto.
La società INTRANOX ha presentato un sistema ecologico di gestione cantina automatizzato. Il processo Oreste0 è un sistema di recupero, di stoccaggio e di valorizzazione tecnica della CO2 proveniente dalla fermentazione. Questo sistema automatico riduce l’impatto ambientale e l’esposizione al rischio CO2 nelle cantine.
La società LAMOUROUX ha sviluppato la soluzione innovativa E2 per migliorare l’efficacia energetica delle cantine. Si tratta di una suite di software che ha l’obiettivo di controllare i consumi di energia e d’acqua nelle cantine.

9 TROFEI DI BRONZO per le innovazioni d’uso e la riduzione dell’impatto sull’ambiente
Categoria: Tecniche colturali
La società tedesca BRAUN MASCHINENBAU GmbH premiata per VPA : Vineyard Pilot Assistant. Il sistema presentato si concentra sulla guida degli utensili nel filare, contrariamente ai sistemi basati sul GPS che si concentrano sulla guida (o l'autoguida) del trattore.
KARNOTT e ed il suo contatore connesso che semplifica il monitoraggio degli interventi agricoli. Il prodotto permette di seguire gli strumenti di lavoro di un’azienda agricola e di sapere dove sono e se sono o sono stati in attività. È completamente autonomo e non necessita di alcun collegamento con il trattore.
La società VITIBOTed il suo robot viticolo 100% elettrico e 100% autonomo, È un robot trattore scavallatore in grado di eseguire tutti i lavori del vigneto, allo scopo di facilitare il lavoro del viticoltore e di allontanarlo dal pericolo (prodotti fitosanitari e rischio di ribaltamento)

Categoria  Vite e Vino
La società BUCHER VASLIN propone Delta Evolution 2, un concetto di diraspatura ottimizzato e di cernita dell’uva ancora più rispettoso dei vitigni più fragili. La novità riguarda la messa in movimento progressiva dell’uva tra la tramoggia e le dita di diraspatura.
La società CHALVIGNAC presenta una «termofrigopompa» multifunzione con 2 scambiatori coassiali: Cryoflex 4 tubi. Essa permette un raffreddamento ed un riscaldamento in simultanea o in modo indipendente di vari prodotti, come uva raccolta, mosti carichi, vino.
D-INNOVATION ha presentato Hekinox, un rubinetto per il prelievo di campioni specificatamente concepito per il settore vinicolo. Adattabile su vasche già installate, si compone di 2 parti: una base che resta sulla vasca e un kit di prelievo di campioni.
Sviluppato da FORCE A, il Bacchimeter è un sensore pedone connesso che permette di misurare direttamente in vigna la quantità di antociani contenuta nella buccia dell’uva.
Le Barrique Éclat Hydro céramique sviluppate da VINEA SAS sono ottenute da un nuovo processo di fabbricazione che consiste nell’impregnare l’esterno della barrique con acqua vitalizzata sotto forma di vapore prima di passare ad una tostatura ceramica. Questo procedimento, il cui profilo ambientale è interessante per la riduzione dell’uso dell’acqua e dello sviluppo di CO2, produce delle barrique con un nuovo spettro aromatico.
La società WINE & TOOLS viene premiata con Wine Donut : sistema di « pallone gonfiabile » da inserire nelle cantine durante la vinificazione o l’affinamento per gestire lo spazio di testa ed evitare quindi l’ossidazione. Il sistema, semplice ed ingegnoso, permette di ridurre l’utilizzo del gas neutro, favorisce estrazioni facili e protegge mosti e vini dall’ossidazione.

Le schede informative dei premiati saranno disponibili molto presto sul sito www.vinitech-sifel.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome