Primo bilancio della promozione durata 20 giorni

Cina: mercato in crescita per il Prosecco Superiore

Ma serve più cultura

Come dimostreranno i dati del Centro Studi del Distretto che saranno presentati il prossimo 14 dicembre presso l’Auditorium di Villa Brandolini a Pieve di Soligo (TV), crescono le vendite del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore in Oriente. Con una quota di mercato pari a 1,2 milioni di euro, Cina e Hong Kong rappresentano uno dei mercati più promettenti per lo sviluppo dell’export della Docg. Nel 2012 erano 34 le imprese esportatrici presenti in quest’area: rispetto al 2010, le aziende della Docg hanno incrementato il presidio del mercato grazie ad una massiccia entrata che ha segnato il +78,9% su base biennale. La corretta informazione sul prodotto rimane però centrale e c’è ancora molto da fare. Se l’export dello spumante Docg più amato dagli italiani registra un segno positivo,  infatti, non mancano le imitazioni pronte ad entrare nei calici degli asiatici. Un fenomeno contro cui si battono i consorzi di tutela  Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, Prosecco Doc e Asolo Docg. La prima azione passa però per la corretta conoscenza del prodotto. Per questo il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore ha organizzato 20 giorni di seminari, degustazioni e incontri in diverse località, da Pechino a Hong Kong, passando per Chengdu,  Ningbo e Xiamen.  Un’attività, questa, che è stata preceduta dalla partecipazione dei colleghi del Consorzio Tutela Prosecco Doc alla Hong Kong International Wine & Spirits, dal 7 al 9 novembre.  Lo scopo è quello di fornire conoscenze utili agli appassionati di vino provenienti da Oriente. L’esito di questi incontri parla di un mercato ricettivo  ma su cui c’è ancora da investire, soprattutto in termini di informazione: «Il consumatore cinese è sensibile al fascino del made in Italy ed  è alla ricerca di spumanti e vini  che rappresentino uno status symbol. Si assiste a un doppio fenomeno:  ci si orienta su vini ad altissimo prezzo o al contrario a costo limitato. Per questo è importante lavorare affinchè si scelga un prodotto come il Prosecco Superiore che offre una qualità di alto livello a prezzi accessibili – spiega Innocente Nardi,  presidente Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore –.  In questo mercato il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore può avere delle prospettive importanti, per questo vorremmo avviare una sinergia con altre eccellenze italiane per tutelare l’origine dei nostri prodotti e far capire l’importanza di diffidare dalle imitazioni. A questo scopo continueremo a organizzare appuntamenti ad hoc in Asia che forniscano indicazioni su ciò che si acquista». L’inteso lavoro promozionale condotto dal Consorzio per oltre due settimane ha puntato proprio a illustrare le caratteristiche della denominazione e le peculiarità che la rendono unica. In questi venti giorni molti sono stati gli appuntamenti: dal 16 al 23 novembre il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore ha infatti partecipato al road show organizzato dalla Camera di Commercio cinese di Pechino. Momento centrale è stato l’incontro del 22 a Pechino dove il gran tasting ha visto la presenza di oltre 300 operatori. La promozione nel mercato asiatico si è chiusa il 27 novembre a Wanchai con due seminari dal titolo Prosecco Superiore Docg… where flavour & beauty meet. L’impegno Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore  per far conoscere al meglio questa realtà e difendere il consumatore continuerà anche nel 2014 con il Vinexpo Asia Pacific, che si svolgerà ad Hong Kong dal 27 al 29 maggio.

Cina: mercato in crescita per il Prosecco Superiore - Ultima modifica: 2013-11-28T17:19:56+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome