NETAFIM, tecniche irrigue mirate

L’esperienza Netafim, e recenti pubblicazioni e convegni sui risultati delle prove in microirrigazione a goccia, evidenziano sviluppi sono molto interessanti specialmente sulla qualità dei mosti e quindi sulla seguente tecnica di vinificazione. Si sta consolidando la ricerca di tecniche irrigue mirate (deficit idrico controllato, stress idrico sostenuto). La tecnica d’irrigazione a goccia passa da pratica saltuaria di soccorso, a vera e propria pratica agronomica con precisi obiettivi produttivi e precise tecniche di applicazione. Le soluzioni irrigue proposte da Netafim sono le seguenti: irrigazione con ala gocciolante poggiata a terra lungo il filare, ali gocciolanti appese su fili tramite gancio e la subirrigazione. I vantaggi, conseguenti all'utilizzo dell'irrigazione a goccia, conseguibili nei primi anni d’impianto sono: ●maggiore uniformità di attecchimento e sviluppo delle barbatelle anche con trapianti estivi; ●avvio della produzione più precoce (almeno 1 anno prima); ●eliminazione delle spese d’irrigazione manuali con carro-botte nei primi 2-3 anni; ●possibilità di aiutare la pianta nei primi 2-3 anni con la fertirrigazione; ●maggiore contemporaneità nella maturazione delle uve; ●maggiore produzione per ceppo associata a una migliore concentrazione zuccherina e fenolica; ●mantenimento della struttura del terreno; ●riduzione dello sviluppo di crittogame e marciumi dell’acino non bagnando la pianta; ●realizzazione della tecnica dell’inerbimento contenendo la competizione iniziale per l’acqua. Netafim è unanimemente riconosciuta come l’azienda più competente e preparata per l’irrigazione del vigneto, conoscenze agronomiche e tecniche maturate in anni di esperienza le permettono di distinguersi sul mercato, moltiplicando il valore della propria offerta. NETAFIM è sponsor di:      

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome