Un'azienda che ha dimostrato tutta la sua vitalità

2014: un anno positivo per Makro Labelling

Innovazioni, brevetti ed export

Ha dimostrato tutta la sua vitalità Makro Labelling nell’anno appena trascorso: è stata installata la macchina numero 350, raggiunto l’obiettivo dichiarato di incrementare le vendite del 15% rispetto all’anno precedente, mantenere elevata la quota di export per l’estero – che oggi si attesta sull’80% del fatturato complessivo – e procedere con i lavori per la nuova sede, che termineranno a inizio 2015 quando anche tutta l’azienda si trasferirà definitivamente. “Makro Labelling continua ad ottenere risultati positivi – conferma Massimo Manzotti, Presidente e Direttore Commerciale di Makro Labelling – Oggi riusciamo a raggiungere un bacino ideale di clientela che va dagli Stati Uniti all’Australia, dall’Italia all’Africa del Nord all’Europa intera, dove siamo molto presenti nei mercati chiavi francese e inglese. Prevediamo un 2015 all’insegna di un’ulteriore crescita”. Il 2014 di Makro Labelling è stato segnato dallo sviluppo d i importanti tecnologie e il consolidamento del mercato strategico delle acque minerali con le nuove MAK Roll Feed e l’ingresso nel mercato dell’industria farmaceutica con la serie di etichettatrici MAKLINE. MAK Roll Feed è la nuova serie di etichettatrici rotative per bottiglie in PET di vario formato che, grazie all’utilizzo di etichette avvolgenti in materiale plastico da bobina con applicazione hot melt, garantisce massimo vantaggio economico nel processo produttivo. Presentata per la prima volta nel 2014 questa tecnologia è stata sviluppata insieme a Te.Pro, la società bolognese acquisita a inizio anno da Makro Labelling. La serie di etichettatrici MAKLINE per blocchi di ampolle in vari formati (da 5 a 25 ml) oltre all’applicazione delle etichette offre il vantaggio della stampa dei dati tecnici sulle etichette e l’adattamento al formato dell’ampolla su cui vengono poste. Sempre del 2014 lo sviluppo di due importanti brevetti: il vision control, un sistema di controllo qualità che verifica l’esattezza della confezione e la gestione del conseguente scarto dei contenitori difettosi, e il Follower, il sistema di orientamento a inseguimento che garantisce il centraggio dell’etichetta, un cambio formato bottiglia in tempi rapidi e costi di manutenzione ridotti al minimo. “La progettazione delle macchine di Makro Labelling si basa da sempre sulla capacità di essere modulari, flessibili, e semplici da utilizzare. Perciò è fondamentale innovare e investire nella ricerca: solo in questo modo potremo garantire al mercato di anticipare e rispondere, in modo tempestivo d adeguato, alle sue richieste – prosegue Manzotti – Con il Follower abbiamo ideato e brevettato un metodo di orientamento ottico che garantisce agli utilizzatori affidabilità ed estrema efficacia. Nel 2015 presenteremo un’ulteriore innovazione: l’integrazione del sistema con il centraggio ottico con le telecamere, che garantirà sempre più precisione ed accuratezza nell’orientamento della bottiglia”. Makro Labelling per il 2015, oltre all’innovazione, ha obiettivi di crescita ambiziosi. La strategia di sviluppo, a livello di capacità produttiva, passerà attraverso il potenziamento dell’area produttiva e l’aumento di velocità di produzione delle etichettatrici a colla e autoadesive, mentre a livello commerciale la crescita passerà attraverso l’incremento del proprio share di mercato in tutta l’Asia e in Nord America che è attualmente presidiato da NEWMAPAK Ltd di Montreal, Canada. La strategia prevede anche la penetrazione di nuovi mercati, strategicamente rilevanti e in forte sviluppo quali il Messico, l’area caraibica e l’Est Europa.

2014: un anno positivo per Makro Labelling - Ultima modifica: 2014-12-30T18:24:16+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome