L'enzima per chiarifiche difficili sviluppato in collaborazione con DSM

Nuovo packaging per Rapidase® Clear Extreme di Oenobrands

Dalla vendemmia 2014 anche in fusti da 1 litro

Rapidase® Clear Extreme, enzima sviluppato in collaborazione con DSM, leader mondiale sul mercato degli enzimi per l’industria alimentare e primo attore sul mercato degli enzimi per l’enologia, viene proposto da Oenobrands dopo una validazione su due campagne di test svolti nei due emisferi. Nella vendemmia 2013 Rapidase® Clear Extreme ha dimostrato la sua efficacia in caso di chiarifiche difficili dovute a una bassissima temperatura (fino a 6°C). Le chiarifiche di alcuni mosti bianchi possono essere problematiche a causa dei parametri chimico-fisici dell’uva, poiché le temperature sono comprese tra 6 e 10°C o perché i vitigni con scarsa maturità sono naturalmente molto ricchi in pectine complesse. Questi casi comportano una limitata efficacia delle pectinasi commerciali abituali e spesso l’esito della chiarifica è insufficiente. Le due nuove formulazioni enzimatiche rispondono ai 4 valori riconosciuti dagli utilizzatori del marchio Rapidase: rapidità, semplicità (efficacia mirata), affidabilità, prova e convalida. Rapidase Clear Extreme, con le sue pectinasi criofile attive su una vasta gamma di pectine, aggiunto al mosto di sgrondo o appena dopo la pressatura risolve in modo semplice ed efficace i casi di chiarifiche difficili. Il dosaggio da utilizzare varia, a seconda dei parametri tecnologici, tra 1 e 4 ml/100 kg. Il prodotto è stato inizialmente venduto in vasetti da 100 grammi per la versione granulare e in fusti da 5 kg per la versione liquida. Dalla vendemmia 2014 questo enzima sarà anche disponibile in fusti da 1 litro. La nuova gamma Rapidase sarà presto integralmente consultabile su www.oenobrands.com.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome