Per una viticoltura a basso impatto

Viti resistenti: a che punto siamo?

La Fondazione Mach ed il Centro di Sperimentazione Laimburg organizzano un evento divulgativo sullo stato dell’arte della ricerca sulle varietà di vite resistenti

I programmi di miglioramento genetico mirano a selezionare varietà di vite resistenti alle malattie fungine, come oidio e peronospora, al fine di ridurre il numero dei trattamenti fitosanitari. Di questo tema si parlerà venerdì 15 febbraio, alle ore 14.30, a San Michele all’Adige, presso la sala congressi del Palazzo della ricerca e della conoscenza. Gli esperti di San Michele all’Adige, del centro di Sperimentazione di Laimburg e dell’Università di Udine informeranno gli operatori del settore viticolo del Trentino-Alto Adige sullo stato d’arte e illustreranno gli sviluppi della ricerca internazionale in viticoltura per contribuire congiuntamente agli avanzamenti del comparto regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome