Coinvolti Enti locali, produttori e aziende dell'agrochimica

Un nuovo Protocollo Viticolo per il Conegliano Valdobbiandene

La presentazione il prossimo 16 aprile 2013

Proseguono a pieno ritmo i lavori di preparazione del nuovo Protocollo Viticolo, manuale di autodisciplina voluto dai produttori dell’area del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore per rendere la viticoltura sempre più amica dell’ambiente.  Il passo più recente è stato compiuto durante la riunione tra i vertici del Consorzio di Tutela, ideatore dell’iniziativa, la Provincia di Treviso, rappresentata dall’Assessore all’Ambiente Alberto Villanova, le associazioni di categoria, alcuni comuni della Docg, le Ulss7 e 8 e Legambiente. In occasione dell’incontro il Consorzio ha spiegato lo stato di avanzamento del nuovo documento, che introdurrà importanti novità. Presentato nel 2011 e adottato a partire dal 2012 su un totale di 600 ettari di vigneto, il Protocollo ha avuto ricadute positive su una superficie molto più estesa promuovendo una sempre maggiore sensibilità per la tematica ambientale da parte dei viticoltori. “Il Protocollo Viticolo – afferma il presidente del Consorzio Innocente Nardi. - ha il ruolo di promuovere la consapevolezza da parte dei produttori della necessità di rendere la viticoltura sempre più in armonia con l’ambiente e la cittadinanza  L’ambizione è farlo adottare in modo capillare da tutti i viticoltori della zona e per ottenere questo risultato è necessario che tutti vi credano e che vi sia una corretta conoscenza del progetto”.
L’obiettivo per il 2013 sarà raddoppiare la rappresentatività ed eliminare molti altri prodotti tossici. Durante la riunione tutti i presenti hanno condiviso i risultati e riconosciuto lo sforzo compiuto finora dal Consorzio. La Provincia di Treviso, in particolare, ha evidenziato l’importanza di questo percorso.
“La Provincia di Treviso ha deciso fin dall’inizio di essere partner attiva di questa iniziativa di grande importanza per la tutela della saluta delle persone e del nostro territorio – ha dichiarato l’assessore provinciale all’Ambiente, Alberto Villanova – La Provincia ha aderito con convinzione e fermezza al  percorso intrapreso dal consorzio, dalle amministrazioni comunali, dall’ulss e dalle associazioni ambientaliste perché è convinta che il Prosecco docg debba essere il biglietto da visita di un territorio sano e d’eccellenza”.Il nuovo Protocollo Viticolo verrà presentato ai media alla vigilia della partenza della nuova stagione produttiva,  il 16 aprile, durante la conferenza stampa che si terrà alle 11.30 presso la sede della Camera di Commercio di Treviso.
In attesa del lancio ufficiale, il documento è stato già discusso con le ditte farmaceutiche ed inviato ai rivenditori di fitofarmaci, che potranno così impostare il nuovo magazzino nel rispetto delle indicazioni, ovvero scegliendo prodotti a basso impatto, consigliati dal Consorzio. A questo seguiranno ora le presentazioni ai viticoltori, curate dall’ufficio tecnico del Consorzio. Il ruolo dei produttori, infatti, è fondamentale e questi hanno già dimostrato la volontà di rispettare sempre più l’ambiente anche attraverso l’adozione di questo strumento. Il protocollo viticolo è studiato per offrire loro una vera e propria guida alla scelta e all’uso dei prodotti, con l’obiettivo di usare quelli a minore tossicità e ridurne il più possibile l’impiego. La risposta è già molto buona ma gli incontri saranno fondamentali per sviluppare una sensibilità ancora maggiore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome