Il concime preferito dagli agricoltori

NPK Original Gold®: il grande regista della concimazione

Rinnovate caratteristiche di qualità

Fin dalla sua introduzione sul mercato nel lontano 1974, NPK Original Gold®, il primo concime con azoto a lenta cessione ISODUR®, ha fissato nuovi standard di riferimento nel settore dei fertilizzanti granulari e tuttora, nel suo inconfondibile sacco giallo, è il concime preferito dagli agricoltori, vero e proprio regista della concimazione. Oggi, con l’inaugurazione del nuovo e moderno impianto di produzione COMPO EXPERT a Krefeld, in Germania, NPK Original Gold® è un prodotto con rinnovate caratteristiche di qualità che lo rendono ancora più efficace e produttivo. L’esclusiva molecola ISODUR®, l’accurata selezione delle materie prime, la miscelazione calibrata, l’estrema attenzione in ogni singola fase del processo produttivo e il costante monitoraggio di tutti i parametri di reazione rendono NPK Original Gold® un fertilizzante unico e ineguagliato, omogeneo nella granulazione, perfettamente bilanciato e in grado di nutrire le piante in modo completo ed equilibrato. L’ISODUR®, azoto a lenta cessione non soggetto a perdite nell’ambiente, costituisce nel terreno una riserva azotata che, rilasciata lentamente e gradualmente in forma assimilabile, sostiene nel tempo le diverse fasi di sviluppo della coltura. I nuovi granulatori dell’impianto di Krefeld hanno permesso di ottenere un prodotto con granulometria omogenea e senza polverosità; nella nuova formulazione il diametro dei granuli è compreso tra 0,7 e 2,8 mm per consentire una migliore e più accurata distribuzione del concime e una più uniforme ripartizione dei nutrienti sul terreno. Applicato sulla vite da vino, in due interventi principali in primavera e in autunno, consente di assecondare in maniera ottimale il ciclo fisiologico delle piante migliorando significativamente le rese e la qualità delle produzioni. NPK Original Gold® garantisce una migliore distribuzione dei grappoli sulla pianta, l’aumento del tenore zuccherino, dell’acidità e del colore, un maggior contenuto di  polifenoli e antociani, mosti con migliore predisposizione a subire processi enologici di invecchiamento e migliori caratteristiche organolettiche dei vini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome