Perfettamente in linea con le richieste delle più recenti normative

Sicurezza in campo garantita con le trincia Maschio

Estrema compattezza per facilitare le voltate strette

La recente normativa europea EN ISO 4254-12 ha imposto nuove normative sulle caratteristiche costruttive delle trinciatrici per renderne più sicuro l’utilizzo e ridurre gli incidenti sul lavoro; prima su tutte, il divieto di produrre macchine con cofano apribile, così da scongiurare l’utilizzo della macchina con cofano aperto durante le operazioni in campo. Il gruppo Maschio, che considera da sempre la sicurezza nell’utilizzo delle proprie macchine come una priorità assoluta, ha introdotto alcune novità tecniche che rispecchiano perfettamente la normativa europea 2006/42/CE e, allo stesso tempo, garantiscono una performance in linea con gli standard aziendali. Il rinnovato trincia Corazza si presenta nella consueta gamma di larghezze di lavoro da 1,55 a 2,30 m, nelle tre versioni spostabile laterale meccanica, idraulica o fissa. Il cofano posteriore apribile è stato eliminato nonostante i bulloni di bloccaggio presenti, e nella nuova versione la parte posteriore è un tutt’uno con la scocca del telaio. Il disegno della fiancata è stato aggiornato, allungandolo nella parte posteriore e permettendo una maggior possibilità di sfogo del prodotto trinciato, ottimizzando lo scarico del materiale. Il rullo posteriore è spostabile in 2 posizioni, più a ridosso del rotore, per ottenere un effetto autopulente e per scaricare il prodotto a terra prima dell’azione del rullo campattatore. Consistenti novità riguardano anche il rotore (170 mm di diametro, 10 di spessore): con la nuova disposizione spiralata dei supporti mazze/coltelli, sono state ridotte le vibrazioni e l’assorbimento di potenza, nonchè migliorata la qualità del taglio e leggermente incrementato il numero di utensili. Nella nuova macchina, inoltre, è stato previsto lo spostamento laterale su due aste garantendone la traslazione parallela al terreno. Tra gli importanti optional per completare la macchina sono previsti: slitte, ruote posteriori sterzanti, lamiera antiusura con controcoltelli e denti di raccolta. Inoltre, il rullo posteriore è dotato di un sistema di supporto cuscinetto a lunga vita e ridotta manutenzione. Anche Vita (nella foto), la trinciatrice specifica per l’uso in vigneto, si presenta con lo stesso adeguamento tecnico del modello Corazza. La macchina è disponibile in larghezze di lavoro da 1,20 m a 1,80 m; il suo maggior punto di forza è l’estrema compattezza, che permette voltate molto strette in testa ai filari, facilitando notevolmente le manovre. Lo spostamento idraulico della macchina è di serie e permette un’ampia escursione laterale rispetto al centro macchina del trattore. Lo spostamento su due aste cromate garantisce il movimento parallelo al terreno e una più facile regolazione della macchina anche mentre si sta avanzando con il trattore. La struttura particolarmente robusta del trincia, con lamiera posteriore da 5 mm di spessore e doppia barra controcoltelli, garantisce senza problemi l’uso della macchina sia per lo sfalcio di erba che per la trinciatura di sarmenti di diametro consistente (fino a un massimo di 40 mm). Come tutte le trinciatrici della gamma Maschio, anche Vita ha il tensionamento esterno della trasmissione a cinghie, che ne facilita notevolmente la manutenzione. Per il miglior risultato possibile è consigliato l’utile optional dei denti di raccolta, che permette di modulare la lunghezza dei sarmenti trinciati. Trinciatrici Maschio: sicurezza, prestazioni ed affidabilità ai massimi livelli.

Vai al sito

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome