Una richiesta del Presidente del CEMA, Richard Markwell

Necessarie migliori politiche europee per incrementare la diffusione dell’agricoltura di precisione e della tecnologia digitale

Per un’agricoltura europea competitiva e efficiente, e che diventi sempre più un’agricoltura "verde"

Nel suo ruolo di presidente della Associazione Europea Macchine Agricole (CEMA), Richard Markwell di Massey Ferguson, marchio mondiale di AGCO (NYSE: AGCO), incoraggia una riforma della politica agricola comunitaria europea che si concentri su innovazione e che includa misure e incentivi per aiutare gli agricoltori ad investire in tecnologia e apparecchiature digitali. Il Vice Presidente e Amministratore Delegato per Europa / Africa / Medio Oriente del marchio leader nelle macchine agricole, Massey Ferguson, è stato recentemente rieletto per un secondo mandato di due anni al CEMA ed è stato invitato a presentare la politica più recente dell’ associazione al Congresso annuale degli agricoltori europei ad Atene. “Le prossime fasi di riforma della PAC e di analoghi sistemi di finanziamento dell’UE dovrebbero favorire gli investimenti in agricoltura di precisione e in strumenti / servizi collegati come soluzione per un’agricoltura europea competitiva e efficiente, e che diventi sempre più un’agricoltura ‘verde’“, ha affermato Mr Markwell ai delegati del Congresso. “Un tale approccio sarebbe molto più intelligente per il settore agricolo nel contesto degli obiettivi ambientali dell’UE rispetto ai programmi che si concentrano esclusivamente sulle emissioni dei motori delle automobili. Allo stesso tempo, si porterebbe vero valore aggiunto per gli agricoltori stessi“. “La legislazione UE in materia di attrezzature agricole in Europa deve essere differenziata dalla normativa in materia di settore automobilistico in quanto genera spesso costi impropriamente enormi per la nostra industria con poco valore aggiunto e in tal modo si riduce la competitività degli agricoltori dell’UE “, ha sottolineato. “Il nostro ruolo al CEMA è quello di aiutare gli agricoltori a produrre più cibo, con meno lavoro, con meno terra, in maniera sostenibile e a prezzi accessibili“, ha dichiarato il Sig Markwell. “L’agricoltura di precisione aiuta gli agricoltori a fare questo, ottimizzando l’uso delle materie prime e massimizzandone la produttività, riducendo al minimo l’impatto sull’ambiente. Ma con meno del 25% di agricoltori in Europa che utilizzano qualsiasi forma di agricoltura di precisione, è necessario aumentarne la diffusione“. “Inoltre, la ricerca e lo sviluppo deve essere intensificato per incoraggiare i partenariati privati a lavorare insieme sulla tecnologia e sulle attrezzature innovative. L’UE deve lavorare più da vicino con le organizzazioni come CEMA per assicurare che abbiamo i giusti strumenti, tenendo in considerazione i giusti standard di protezione e sicurezza ambientale, al fine di garantire un settore agricolo redditizio in cui gli agricoltori siano in grado di investire“, ha sottolineato. Il Congresso degli agricoltori europei è stato organizzato dal Copa-Cogeca, l’Associazione europea di agricoltori e contoterzisti. Tra i 500 partecipanti: Phil Hogan, commissario europeo per l’agricoltura insieme con i membri chiave della Commissione europea e Alan Jagoe, presidente del Consiglio europeo dei giovani agricoltori (CEJA). CEMA è la voce dell’industria europea delle macchine agricole, che comprende 4.500 produttori di macchine per l’agricoltura e genera un fatturato complessivo di 26 miliardi di euro. Esso dà lavoro a 135.000 persone direttamente nel settore e indirettamente ad altre 125.000 persone nella rete di distribuzione e di servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome