Design rinnovato, un motore grintoso e pronto ed una trasmissione confortevole oppure scattante a seconda dell’impostazione desiderata

MF 3700, la nuova generazione di trattori specializzati di Massey Ferguson

Due allestimenti, cinque modelli

Il nuovo MF 3700 ha in tutto e per tutto il DNA di Massey Ferguson. Design rinnovato, un motore grintoso e pronto ed una trasmissione confortevole oppure scattante a seconda dell’impostazione desiderata. Gli allestimenti sono 2: Essential o Efficient per chi vuole di più. I modelli sono ben 5: V per il vigneto caratterizzato da dimensioni compatte senza precludere il comfort operatore; S per lo specializzato che si pone esattamente in mezzo alla gamma per larghezze operative; F per il frutteto dedito alle applicazioni miste tra i vigneti con interfilare da 2,4-2,5 metri e le colture altamente professionali quali meleti e pereti; GE il più basso come pianale per essere a proprio agio sotto le culture a tendone o serre, senza però dimenticare la versione cabinata per garantire un baricentro basso; infine la novità, WF (Wide Fruit) frutteto largo per la massima stabilità anche in montagna con caricatore e falciatrice laterali o meglio ancora frontali, per operazioni in tutta sicurezza.
Il motore da 3,4 litri, dai 70 a 105 CV con tecnologia Stage 3B opportunamente compressa nel gruppo All-in-One, è posizionato ottimamente per lasciare la massima visibilità all’operatore, con un cofano tra i più bassi del mercato. Le trasmissioni vanno dalla più semplice meccanica alla più performante con inversore e Hi-Lo elettroidraulici, gestiti dal joystick multifunzione sull’Efficient, oltre a 2 distributori elettronici. La doppia trazione è settata dall’operatore e automaticamente gestita dal sensore di sterzo.
La sospensione frontale massimizza comfort, trazione e sicurezza di guida. L’idraulica, fino a 120 lit/min (servizi+ausiliari), conta un massimo di 6 distributori, fino a 8 prese posteriori e 8 anteriori. Il livellamento attrezzi posteriore è ora gestito da un nuovo mini joystick. Il sollevatore anteriore è integrato per mantenere la nota sterzata da primi della classe. Un nuovo bracciolo dà all’operatore il massimo controllo, per lavorare in tutta sicurezza in ogni condizione.

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome