Vigneti come baluardo contro il dissesto idrogeologico

Barbatelle per il Parco delle Cinque Terre

Fornite anche le pietre per i muretti a secco

La viticoltura riveste un ruolo di fondamentale importanza per il mantenimento dell’assetto idrogeologico e della valenza paesaggistica del territorio terrazzato delle Cinque Terre e costituisce elemento essenziale per la conservazione delle peculiarità del Parco, del sito UNESCO e delle tradizioni locali. Per questi motivi il Parco ha intrapreso azioni di tutela importanti, come l'assegnazione delle barbatelle e la consegna delle pietre per il rifacimento dei muri a secco. Potranno presentare la richiesta i proprietari o i conduttori di terreni ricadenti nella perimetrazione del Parco Nazionale delle Cinque Terre, allegando attestazione di proprietà (visura catastale, atto notarile o documento di riconoscimento del proprietario del terreno in caso di conduzione), estratto di mappa, documento di riconoscimento del richiedente e documentazione fotografica dello stato in cui si trova il terreno. Le opere dovranno essere realizzate entro 6 mesi dalla fornitura delle barbatelle. Il personale dell’Ente Parco, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, si riserva di verificare che i quantitativi riportati nell’istanza di richiesta di barbatelle siano poi realmente utilizzati. Qualora non venissero realizzate nel termine stabilito, gli interessati potranno chiedere una proroga dei termini nei limiti valutati eccezionalmente dall’Ente Parco o dovranno procedere alla restituzione del materiale assegnato a loro cura e spese o, nel caso in cui fosse deteriorato, alla sua monetizzazione.

Barbatelle per il Parco delle Cinque Terre - Ultima modifica: 2014-02-02T17:44:40+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome