Graminicida specifico di post emergenza selettivo per colture a foglia larga

Non fare l’indiano: cogli le nuove possibilità d’impiego di Apache

Ora possibile l’applicazione anche in vigneto

Apache, graminicida specifico di post emergenza selettivo per colture a foglia larga, ha ottenuto recentemente il rinnovo della registrazione secondo i principi uniformi (DD 6/12/2016). Il prodotto (n° reg. 13876 del 29.010.2008), contenente quizalofop-p-etile 5,4% (50 g/l) e formulato in concentrato emulsionabile, si caratterizza per l’elevata efficacia verso le principali infestanti graminacee annuali e poliennali: Alopecurus spp. (Coda di topo), Avena spp. (Avena), Digitaria spp. (Sanguinella), Echinochloa spp. (Giavone), Lolium spp. (Loietto), Phalaris spp. (Scagliola), Poa annua (Fienarola), Setaria spp. (Pabbio), Agropyron repens (Agropiro comune), Cynodon dactylon (Gramigna comune), Sorghum halepense (Sorghetta).
La dose d’impiego varia tra 1 e 3 lt/ha in funzione dello stadio di sviluppo delle infestanti da controllare; i risultati migliori si ottengono su infestanti in attiva crescita, nei primi stadi di sviluppo e non sottoposte a stress (siccita, ristagno idrico o condizioni atmosferiche); l’azione si manifesta 7-15 gg dopo il trattamento.
Nuovi campi d’impiego. I campi d’impiego si sono arricchiti di numerose colture arboree, orticole e foraggere; in particolare è ora possibile l’applicazione anche in vigneto posizionando il trattamento entro la fase di invaiatura.
Apache è disponibile nella taglia da 1 litro (cartone 12 pz).

*prodotto originale Adama
Chimiberg – marchio di Diachem S.p.A.
Agrofarmaco autorizzato dal Ministero della Salute. Utilizzare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell’uso leggere sempre l’etichetta e le informazioni sul prodotto. Si richiama l’attenzione sulle frasi e simboli di pericolo riportati in etichetta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome