Dal 20 al 22 novembre 2018, presso il Quartiere delle Esposizioni di Bordeaux

VINITECH-SIFEL, l’appuntamento mondiale dell’innovazione

850 espositori, 65.000 metri quadri di esposizione, 45.000 operatori provenienti 70 Paesi: questi i numeri dell'edizione 2016

Dal 20 al 22 novembre 2018, tutte le novità del settore enologico e ortofrutticolo a livello internazionale saranno presentate al Parco delle Esposizioni di Bordeaux durante Vinitech-Sifel.
Con 1.200 marchi rappresentati, l'offerta Vinitech-Sifel è suddivisa in 4 Poli d’attività:
- Polo tecniche per colture (21.500 mq ovvero il 34% del salone)
- Polo imbottigliamento e imballaggio (13.500 mq ovvero il 22% del salone)
- Polo attrezzature per cantina (24.000 mq ovvero il 38% del salone)
- Polo servizi (4.000 mq ovvero il 6% del salone).
Vinitech-Sifel vuole essere una piattaforma di scambi, di business, di scoperta e uno strumento utile grazie alla presentazione di servizi a beneficio dei visitatori:
- Per una visita su misura, per favorire la trasversalità e la leggibilità dell'offerta commerciale, il salone offrirà 3 percorsi di visita: Frutta e ortaggi, Alcoolici e Bio.
- Con la presentazione delle attrezzature e degli esperimenti esistenti, lo spazio Ecophyto e Agroecology guiderà gli agricoltori al cambiamento delle loro pratiche colturali.
- Lo spazio Technoshow: dimostrazioni e test di guida con attrezzature e macchinari all'avanguardia saranno offerti durante i 3 giorni del salone.
- La formazione e l'impiego saranno affrontati nel contesto della Shpère des Métiers (sfera degli affari), spazio co-organizzato da Vitijob.com e APECITA e il suo Job Dating (dietro pre-registrazione), con la partecipazione di venti aziende, società di reclutamento e una ventina di scuole e organismi di formazione.

Hub dell'innovazione
Come una grande vetrina dell'innovazione, Vinitech-Sifel mette in evidenza le aziende premiate nell’ambito degli Innovation Awards. Questi trofei sono molto più di un semplice premio, sono un vero e proprio riconoscimento della professione e rappresentano un forte richiamo commerciale e di marketing. Gli esperti del Comitato Scientifico e Tecnico, sulla base di sessanta dossier ricevuti quest'anno, stabiliranno il tanto atteso albo d’oro dei vincitori, il 6 settembre.
"Vinitech-Sifel è sempre stato un pioniere nella lungimiranza per le filiere. Sulla scena internazionale, rimane il punto di riferimento per le innovazioni tecnologiche e scientifiche. La fama dei Trofei dell’innovazione conferma la posizione del salone di leader. Ma di fronte a settori in continua evoluzione, dobbiamo avere una visione anticipata per poter offrire la vetrina più completa e rappresentativa del mercato e gli ultimi progressi dei costruttori. Vinitech-Sifel  è al servizio della crescita e della visibilità delle aziende innovative, e il suo obiettivo è di riunirle durante il saloneQuest'anno, accogliamo i vincitori del concorso: Wilaaw per i progettisti di etichette di vino e il concorso internazionale Wine in Box (CIWIB) dedicato ai vini condizionati in BIB. Allo stesso tempo, i visitatori troveranno i vincitori delle ultime innovazioni del Trofeo Oenovation (soluzioni nel settore del vino) organizzato in collaborazione con il Technopole Bordeaux Montesquieu e il Gran Prix della Fondazione Amorim per giovani imprenditori che presentano un progetto di vino innovativo rivolto a sommelier, ai commercianti di vino, alla grande distribuzione o al pubblico in generale", afferma Delphine Demade, direttrice del Salone.
Nuove soluzioni, servizi legati alla produzione o al marketing...: l'innovazione sarà anche presentata nell’ambito dello spazio Start-up, che ospiterà una decina di aziende.

VINITECH-SIFEL accompagna le filiere: per innovare, capire, svilupparsi
Detentore delle nuove sfide del settore, Vinitech-Sifel costituisce un punto importante per gli scambi, i dibattiti e gli incontri. Nell’ambito del Polo Incontri e Innovazioni, il salone mobiliterà molti esperti che parteciperanno a circa 50 conferenze e forum, alcuni dei quali sono proposti con la traduzione simultanea. Saranno affrontati i principali temi dei settori e temi trasversali nei settori viti-vinicolo e frutta e ortaggi. 15 forum svilupperanno il tema dell'agroecologia: si parlerà di lavorazione del terreno, robotizzazione, varietà resistenti, gestione aziendale...
Delphine Demade sottolinea: "Il nostro salone è percepito come una piattaforma pluralistica di scambi. Permette a qualsiasi tipo di visitatore, indipendentemente dalle dimensioni della sua azienda e dal suo tipo di produzione, di trovare il suo posto e i progressi per migliorare le sue pratiche quotidiane. Vinitech-Sifel deve offrire risposte su misura. Questo è il messaggio forte che vogliamo trasmettere".
La condivisione di esperienze e incontri saranno possibili durante il salone nell’ambito dell'area degustazione Wine & Spirit Profiling. Quest’area, realizzata in collaborazione con IFV, con il contributo degli uffici interprofessionali del Cognac e dell’Armagnac e Bordeaux Sciences Agro, mira a far scoprire i benefici della ricerca dell'aroma.

Catalizzatore di novità e di business
Nella costruzione della sua nuova edizione, Vinitech-Sifel ha definito una strategia di mezzi per essere reporter di business e garantire ai costruttori presenti visitatori di qualità. Da diversi mesi, il salone ha attuato una campagna di promozione internazionale su larga scala in circa 60 paesi produttori europei, americani e asiatici per reclutare visitatori che siano decision maker. Durante la fiera ci sarà un contesto favorevole agli scambi per questi visitatori qualificati grazie  a due spazi che saranno loro dedicati posizionati al centro  del Polo Incontri ed Innovazioni:
- Lo spazio Business Meeting: incontri B to B mirati pre-programmati, in collaborazione con CCI Nouvelle Aquitaine e European Enterprise Network (EEN);
- il Villaggio Internazionale riunirà una trentina di rappresentanti che organizzeranno l'arrivo delle delegazioni dei decision maker.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome