Presso l'azienda Il Paradiso di Frassina le viti "ascoltano" Mozart

Mozart e il Brunello “Flauto magico”

Se ne stanno occupando anche due atenei

La notizia ormai da tempo rimbalza dalle pagine dei quotidiani ai programmi televisivi come Linea Verde e Voyager. Presso l’azienda vitivinicola Il Paradiso di Frassina (Montalcino, SI), dal 2005 le viti vegetano e producono costantemente accompagnate dalla musica di Mozart. Ecco come racconta questa avventura, sul sito dell’azienda, il titolare Carlo Cignozzi. “Dal 2005, la notizia degli esperimenti musicali condotti al Paradiso di Frassina si è diffusa tra i media di tutto il mondo. In tale contesto le mie ricerche hanno stimolato l’attenzione di un importante scienziato venuto dall’India, il prof. Amar Bose, fondatore sin dagli anni ‘60 dell’omonima azienda di Boston, considerata tra le più prestigiose del settore audio. Questo personaggio ha voluto premiare il mio coraggio e la mia fantasia mettendomi a disposizione l’alta tecnologia della sua azienda e fornendomi una settantina di diffusori Bose® ad alta fedeltà. Grazie a questo magnifico sponsor ho deciso di dedicare il più bel vigneto di Brunello del Paradiso, che si staglia verso Montalcino, al mio compositore preferito Wolfang Amadeus Mozart. Qui, 56 diffusori diffondono l’opera omnia del sommo maestro giorno e notte per verificare gli effetti della musica sulle viti. Da questo vigneto nasce un Brunello particolare: Flauto Magico, primo vino al mondo ad essere cresciuto completamente tra le armonie di Mozart”. Solo passione? No, anche ricerca: degli aspetti fisiologici di questo esperimento si stanno occupando alcuni ricercatori della Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze, su quelli entomologici sta conducendo alcune osservazioni l’Università di Pisa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome