Il Veneto anticipa i bandi del piano di sostegno

L'Assessore Giuseppe Pan in vigneto per l'evento di avvio dell'ultima vendemmia in Veneto
5,7 milioni di euro per sostenere gli investimenti di cantine e aziende di commercializzazione del vino. Favoriti gli imprenditori under 40 che puntano a nuove botti, laboratori, informatica e punti vendita. L'assessore Pan: «In vista delle incertezze post 2020 abbiamo deciso di velocizzare i bandi e di incentivare le imprese ad utilizzare subito le risorse disponibili»

L'assegno del piano nazionale di sostegno al settore vitivinicolo in Veneto per il prossimo biennio vale 5,7 milioni di euro.

Si tratta di contributi in conto capitale che la Giunta regionale ha messo a bando, su

Giuseppe Pan

proposta dell'assessore Giuseppe Pan, con due linee di finanziamento, metà alle aziende agricole vitivinicole e metà per le imprese di trasformazione e commercializzazione.

Cofinanziamento fino al 40%

«Si tratta di contributi fino al 40% delle spese sostenute - dichiara Pan - finalizzate a migliorare la competitività delle aziende venete, in tutta la filiera vitivinicola».

«La quota veneta del Piano nazionale di sostegno - evidenzia l'assessore - al settore vitivinicolo è certa fino al 2020; per gli anni a venire, invece, non sappiamo a quanto ammonteranno le future dotazioni comunitarie accordate ai singoli Stati membri. Ragion per cui, la Regione ha scelto di velocizzare i bandi e di incentivare le imprese ad utilizzare subito le risorse disponibili».

Domande fino al 15 novembre

Il termine di scadenza per le domande è fissato al 15 novembre, la conclusione dei lavori dovrà avvenire entro il 31 marzo 2021. Alle aziende finanziate verrà erogato un anticipo pari all'80% del contributo concesso.

Botti, laboratori, informatica e punti vendita

I due bandi, che passano ora al vaglio della commissione Attività produttive del Consiglio regionale prima della loro pubblicazione sul Bur (Bollettino ufficiale della Regione Veneto, clicca qui per accedere), privilegiano nel settore produzione le micro e le Pmi che investano in nuove botti, nuove attrezzature di lavorazione e trasformazione, laboratori per l'analisi chimico-fisica delle uve e dei mosti, programmi informatici e realizzazione di punti vendita al dettaglio.

Precedenza ai giovani

Saranno incentivate le imprese condotte da giovani imprenditori under 40, insediate da meno di 5 anni, e gli investimenti che aiutino il risparmio energetico e l'efficienza energetica globale. Il secondo bando punta a premiare gli investimenti 'green' che favoriscano il risparmio energetico e la sostenibilità ambientale. La gestione tecnica, finanziaria e amministrativa delle domande e dei relativi procedimenti spetterà ad Avepa.

Il Veneto anticipa i bandi del piano di sostegno - Ultima modifica: 2019-10-01T10:00:15+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome