Brexit, dazi, climate change: l’Italia si confronta con Francia e Spagna

Le mura medievali di Carcassonne, nella regione del Languedoc-Roussillon, sede del comitato permanente vino
Prima riunione di contatto del comitato permanente Francia-Spagna-Italia. Lo scorso luglio il Comitato ha aperto per la prima volta alla partecipazione anche dell’Italia. In Francia la prima riunione con la presenza di Alleanza Cooperative Agroalimentari

Si è svolta oggi a Carcassone in Francia la prima riunione del gruppo di contatto del comitato permanente di consultazione sul vino a cui ha partecipato anche l’Italia. Costituito nel 2017 da Francia e Spagna, dallo scorso luglio il Comitato si è aperto anche alla partecipazione delle amministrazioni e organizzazioni di categoria dell’Italia.

Nella sede della cooperativa di Foncalieu

Lo rende noto l’Alleanza Cooperative Agroalimentari che oggi ha partecipato, insieme al Ministero delle politiche agricole italiana alla prima riunione del gruppo di contatto Italia-Francia-Spagna, che si è svolta presso la sede della cantina cooperativa di Foncalieu, ad Arzens. Nel corso della riunione sono stati affrontati tutti i principali temi di attualità del comparto, dalla congiuntura economica (vendemmia 2019, Brexit, dazi americani), al grande tema dei cambiamenti climatici e ai provvedimenti per la semplificazione.

Alla riunione di contatto odierna a cui hanno partecipato rappresentanti di organizzazioni e istituzioni dei tre paesi farà seguito la riunione formale del Comitato Misto Francia, Spagna e Italia che è in programma il prossimo luglio 2020.

Le tre potenze mondiali del vino

“L’ingresso dell’Italia nel comitato permanente – commenta Alleanza Cooperative Agroalimentari – è stato preceduto da un lavoro continuativo di dialogo e confronto promosso autonomamente dalle organizzazioni cooperative dei tre paesi. Siamo molto soddisfatti che adesso ci sia una sede e un organo riconosciuto come il Comitato Permanente presso il quale Francia, Italia e Spagna possano discutere e affrontare tematiche comuni ai tre paesi, quali l’andamento dei mercati, la gestione dell’offerta e il contenimento della produzione, cosi come una linea politica condivisa sui temi della futura Pac”.

Brexit, dazi, climate change: l’Italia si confronta con Francia e Spagna - Ultima modifica: 2019-11-12T20:49:16+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome