La società impiantistica di Vason Group alla fiera milanese

Specialisti delle membrane: le novità di JUCLAS per il SIMEI 2013

Filtrazione tangenziale e dealcolazione in primo piano

Anche per questa edizione del SIMEI Juclas, la società impiantistica appartenente a Vason Group, presenta alcune novità di assoluto rilevo (Pad.9 Stand D09-C02).

MFTC - Il filtro tangenziale isobarico con cartucce inerti da 20 m2
L’attualità richiede tecnologie di filtrazione economiche e capaci di grandi volumi giornalieri. A questa necessità Juclas risponde con il filtro tangenziale MFTC che monta una nuova generazione di membrane in polipropilene, selezionate per la loro inerzia nei confronti della struttura del vino e per l’estrema resistenza a stress meccanici e chimici. Gli impianti possono essere dotati anche di una singola cartuccia che sviluppa in ogni caso 20 m2, una superficie considerevole che è sufficiente a soddisfare portate per cantine di dimensioni medio-piccole. Gli housing sono in acciaio ed è disponibile anche una versione dell'impianto adatta  all'uso spumantistico.

Mastermind® Remove (foto) – L’impianto per la dealcolazione e la gestione di O2 e CO2
La tecnica della dealcolazione, già presentata al SIMEI 2009, in questi ultimi anni ha destato un particolare interesse visto che si è manifestata l’esigenza di gestire le sovra gradazioni alcoliche a favore di una produzione di vini più equilibrati.
Il professor Roberto Ferrarini docente dell’Università di Verona, nonché membro esperto in ambito OIV, in collaborazione con Juclas ha messo a punto la tecnica identificando le condizioni ottimali per il trattamento, che viene condotto attraverso il processo di per-estrazione (perstraction, termine ufficiale IUPAC).
L’unità opera a temperatura ambiente, con un consumo energetico minimo e con produttività compresa tra 10 e 100 L/h di alcol anidro estratto.
Più che una correzione vera e propria, lo scopo di questa tecnica può essere quello di conseguire ciò che viene definito “sweet spot”, cioè la gradazione alcolica minima alla quale vengono espresse al massimo le caratteristiche di equilibrio gusto-olfattivo del vino in questione. Il giusto alcol per ogni vino, superando il termine qualitativo generico di vino ad alta gradazione alcolica, per dare spazio ad un concetto qualitativo più ampio, di equilibrio. A questo stesso impianto possono essere abbinate due interessanti applicazioni enologiche di una precisa gestione dei gas: rimuovere ossigeno dal vino, concorrendo così alla conservazione della freschezza delle sue caratteristiche organolettiche e disciogliere anidride carbonica al grado ricercato.

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Specialisti delle membrane: le novità di JUCLAS per il SIMEI 2013 - Ultima modifica: 2013-11-11T15:41:44+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome