Nel corso dell’Assemblea Generale del 2 giugno 2017

L’OIV imprime il suo sigillo ai lieviti in crema

Bioenologia 2.0 esprime la propria soddisfazione

Obiettivo raggiunto. I lieviti in crema hanno ottenuto, finalmente, anche l’approvazione dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino. Nel corso dell’Assemblea Generale del 2 giugno 2017 sono state adottate le risoluzioni OIV-ENO 576A-2017 e 576B-2017che descrivono le diverse forme con cui i lieviti Saccharomyces e non Saccharomyces, dunque convenzionali e non, possono essere utilizzati in cantina. Nessun editto, nessuna maggioranza bulgara, stavolta da Sofia è giunto un chiarimento, tanto atteso quanto necessario, su un argomento che fino a poco tempo fa lasciava adito ad equivoci e malintesi. Adesso non ci sono più dubbi: i lieviti freschi, tra cui i lieviti in crema, hanno una dignità propria e ufficialmente riconosciuta  a livello europeo. “Ci abbiamo sempre creduto – afferma Chiara Beraldo, amministratore unico di Bioenologia 2.0 – e il risultato di oggi va a premiare un lavoro di anni e la tenacia di tante persone e di diversi istituti di ricerca”.
Lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione dei lieviti freschi in crema (dal 2013 autorizzati dal Ministero) rappresentano, a Oderzo, la punta di diamante di un’azienda fortemente orientata alla ricerca e all’innovazione. La notizia che arriva dall’OIV corona, completa e avvalora l’impegno di chi, investendo notevoli risorse ed energie, ha puntato tutto su un progetto ardito e su un prodotto nuovo e rivoluzionario. “I nostri progetti di selezione dei lieviti autoctoni/aziendali – prosegue Beraldo – potranno trarre vantaggio dal recente pronunciamento dell’Organizzazione Internazionale perché viene di fatto riconosciuta la possibilità di riprodurre sia i lieviti Saccharomyces che i non Saccharomyces in forma fresca superando le problematiche legate al processo di essicazione. Per il settore enologico si tratta di una tappa fondamentale per un ulteriore miglioramento della qualità“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome