La coltura starter mista di batteri malolattici proposta da Oenobrands

Anchor Co-Inoculant, campione di compatibilità

Utilizzabile nel coinoculo con una vasta gamma di lieviti e in associazione con la micro-ossigenazione

AnchorSecondo i risultati di studi recenti, il batterio Anchor Co-Inoculant (in precedenza venduto sotto il nome di batterio Anchor NT 202 Co-Inoculant), una coltura starter mista di batteri malolattici (O. oeni x L. plantarum), non è soltanto compatibile con il lievito Anchor NT 202. Infatti, è anche compatibile con numerosi altri ceppi di lieviti commerciali Oenobrands, quali Anchor Exotics SPH, Anchor NT 50, Anchor NT 116, Anchor WE 372, Anchor NT 112, Collection Cépage® Pinot, Collection Cépage® Cabernet, Collection Cépage® Merlot, Fermivin®, Fermirouge®, Fermicru® VR5 o ancora Fermicru® XL.
Gli studi realizzati si sono anche interessati all’associazione del batterio Anchor Co-Inoculant con la micro-ossigenazione (MOx) e agli effetti indotti sulla qualità del vino. I risultati di questi studi hanno mostrato che i vini co-inoculati con il batterio Anchor Co-Inoculant e sottoposti alla MOx realizzavano le fermentazioni alcolica e malolattica in solo 12 giorni, rispetto ai 42 giorni necessari per l’inoculo sequenziale combinato alla MOx senza il batterio Anchor Co-Inoculant. Inoltre, i vini co-inoculati presentavano anche un colore molto più intenso.
Durante un test comparativo, il vino prodotto con il batterio Anchor Co-Inoculant e la MOx è stato approvato dall’ 80% del panel di assaggiatori. Questo vino è stato descritto come meno erbaceo, meno lattico, meno astringente e meno amaro rispetto agli altri. I suoi aromi sono stati giudicati più fruttati e intensi, e le sue caratteristiche gustative più piacevoli.
Associare il batterio Anchor Co-Inoculant alla MOx consente agli enologi di ottimizzare le caratteristiche organolettiche dei propri vini, di aumentarne l’intensità colorante e di migliorarne la rotondità e la qualità generale durante il processo di fermentazione malolattica. Inoltre, poiché questa coltura mista è stata concepita specificatamente per il co-inoculo, tutti questi benefici possono essere ottenuti più velocemente rispetto ad un processo di fermentazione sequenziale.

Anchor Co-Inoculant, campione di compatibilità - Ultima modifica: 2014-06-25T16:18:53+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome