Vinificare uve di migliore qualità e di maggior valore in cantina

Biostimolanti ILSA per favorire gradi Brix, polifenoli, APA e assenza di marciumi

A base di amminoacidi da idrolisi enzimatica (e non chimica)

L’applicazione dei prodotti ILSA - concimi solidi a base di Agrogel® e Gelamin®, gelatine idrolizzate (solida e liquida) per uso agricolo, ad alto contenuto di amminoacidi, e biostimolanti di origine vegetale del programma Viridem® - consente di vinificare uve di migliore qualità e, di conseguenza, di maggior valore in cantina.
I biostimolanti a base di amminoacidi da idrolisi enzimatica (e non chimica) e di idrolizzato enzimatico di Fabaceae, applicati per via fogliare ed in specifici momenti del ciclo colturale, esaltano le caratteristiche qualitative agendo, in maniera del tutto naturale, sulla fisiologia della vite. Le materie prime utilizzate ed i processi certificati a basso impatto ambientale (Ilsa è l’unica impresa al mondo di concimi e biostimolanti organici ad aver effettuato sui suoi prodotti lo studio PEF/OEF sull’impronta ambientale) consentono ulteriori benefici: l’utilizzo di questi biostimolanti in agricoltura biologica ma, anche, la possibilità di usarli in agricoltura convenzionale in miscela con fitofarmaci, date le caratteristiche di salinità, acidità e densità che ne consentono la miscibilità con qualsiasi formulato.
Già durante lo sviluppo del rachide ed in occasione della fioritura, sia IlsaTermiko (ad alto contenuto di amminoacidi liberi levogiri) che IlsaC-on (a base di idrolizzato enzimatico di Fabaceae), consentono un migliore allungamento del rachide che permette il regolare sviluppo degli acini, aspetto importante per evitare sviluppo di Botrytis e muffe acide nei vitigni a grappolo molto compatto (Pinot, Montepulciano, Primitivo, per citarne alcuni).
I due biostimolanti esercitano un effetto importante anche sull’aumento dell’allegagione e dell’efficacia fotosintetica nelle fasi determinanti, cioè quando vengono prodotti i metaboliti nobili del vino che, ad inizio maturazione, vengono trasferiti nei grappoli. Applicati durante lo sviluppo degli acini, infine, i due biostimolanti consentono di avere alla fine grappoli molto regolari ed uniformi, senza marciumi e con adeguato contenuto zuccherino e di polifenoli. La spiccata azione anti-stress di questi due biostimolanti consente di ridurre anche le influenze negative del clima (sbalzi termici, temperature eccessivamente elevate) e la presenza di amminoacidi specifici (arginina, alanina, glutammina, serina e valina) permette di aumentare l’APA, a garanzia di fermentazioni alcoliche regolari. Sul sito www.ilsagroup.com sono disponibili tutti i risultati ottenuti da Ilsa negli ultimi anni, da Nord a Sud della Penisola, su Nebbiolo, Barbera, Croatina, Garganega, Pinot, Montepulciano, Lambrusco, Aglianico, Primitivo, Syrah, solo per citarne alcuni.

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome