Da Martignani

Una tecnologia d’avanguardia per una viticoltura sostenibile

Attrazione elettrostatica combinata a microgocce polarizzate

Dei 18 Riconoscimenti (tra cui 5 Med. d’Oro e 4 d’Argento) conseguiti dall'azienda Martignani in diversi concorsi internazionali, 4 sono stati attribuiti (2014) al Mod. M612 “DUO WING JET” – BREV. EUROPEO EP 2689662 A1.
Esso rappresenta la prima ed unica irroratrice che effettua il recupero del prodotto combinando l’azione di attrazione elettrostatica tra vegetazione e microgocce polarizzate (+ -) con quella di due speciali schermi protettivi a cuscino d’aria allargato oltre il loro perimetro, senza alcun riciclo di miscela, con 99% di effetto non solo antideriva, ma anche anti residui chimici. Lo confermano anche i risultati della stagione di trattamenti 2013 su vigneto di Prosecco (Prov. TV), sotto il controllo tecnico del Consorzio Difesa dalle avversità atmosferiche di zona: perfetta efficacia a  100 L/ha in piena vegetazione; 40% riduzione media di principio attivo; ottimo abbattimento della deriva; vantaggi economici fino a 400 €/ha. Infine al momento dell’analisi dei residui sull’uva, su 195 principi ricercati, sono risultati tutti assenti meno tre, ma in percentuali 10-20 volte inferiori ai limiti di legge.
Lo stadio evolutivo del Duo wing Jet, introdotto nel 2016, riguarda tre punti:
1. Tutta la struttura base è stata unificata a quella del noto Mod. M612 TURBO 3 (una delle prime Novità Tecniche Eima 1988, precursore di tutti i modelli plurifilari del mercato), puntando sulla sperimentata affidabilità e su una conseguente riduzione dei costi.
2. Al centro dei pannelli mille fori presenti nei due schermi a cuscino d’aria, è stata applicata una serie aggiuntiva di bocchette erogatrici elettrostatiche, onde garantire la massima uniformità e integralità di copertura delle pareti esterne dei due filari trattati in simultanea.
3. I bracci telescopici scavalcanti che sostengono i due schermi protettivi e che costituiscono le condotte stesse dell’aria (eliminando qualsiasi tubazione corrugata di plastica), oltre a regolare gli interassi degli schermi con movimenti lineari trasversali, vengono ripiegati con comando elettroidraulico verso la parte anteriore della macchina con simultanea rotazione di 90° degli schermi, facendoli rientrare nella sagoma limite della medesima, sia per i trasferimenti che per certe manovre in campo.

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome