Progettata per divulgare agro-conoscenza

Al via la terza edizione de “L’Accademia in Campo” di BASF

Tema cardine: la prevenzione delle resistenze ai fungicidi utilizzati contro la Peronospora della Vite

Si è svolta il 14 febbraio 2017, presso il Palazzo di Varignana (BO), la terza edizione de L’Accademia in Campo: l’innovativa offerta di servizi formativi e informativi progettata per soddisfare le esigenze dei produttori.
Dedicato alla viticoltura, l’incontro ha visto la partecipazione di oltre 200 tecnici qualificati, provenienti dalle principali regioni del centro-nord Italia vocate alla coltura della vite. “La nostra Accademia – dichiara Stefano Ballerini, Direttore Marketing della Divisione Crop Protection di BASF Italia – è un marchio ormai riconosciuto dal mercato. Grazie al successo degli ultimi tre anni, è diventata sinonimo di formazione tecnica di alto livello, che supera la semplice promozione di prodotto per tramutarsi in un oggettivo strumento di valore. Sono diversi – rimarca Ballerini – gli ingredienti che rendono L’Accademia in campo un’esperienza di successo. Dalla presenza sempre nutrita e altamente qualificata degli ospiti, alla professionalità del nostro team, ai contenuti delle presentazioni”. A partire dall’incontro di Varignana, l’intera edizione 2017 de L’Accademia è dedicata a due temi tanto attuali, quanto delicati, oltre ad argomenti di interesse più territoriale, in un’ottica di attenzione alle problematiche locali. I due elementi cardine sono la prevenzione delle resistenze ai fungicidi utilizzati contro la Peronospora della Vite e l’approfondimento delle conoscenze, funzionali al corretto impiego degli agrofarmaci. Con particolare riferimento alle sostanze attive Dimetomorf e Initium®. In realtà, l’evento di Varignana ha, rappresentato anche una buona occasione per presentare il formulato Enervin® Duo che, dal 2017, potrà essere utilizzato anche su vite, e per ribadire il posizionamento di tutti i formulati che compongono la famiglia, ovvero Enervin Top ed Enervin Pro.
Coerentemente con lo spirito dell’Accademia – afferma Vanes Rubboli (nella foto), Crop Manager Vite Divisione Crop Protection di BASF Italia – gran parte delle relazioni odierne sono state svolte da Enti esterni qualificati. In particolare dall’Università di Bologna, che ha illustrato sia i principi di base per la corretta prevenzione delle resistenze, che i risultati di un monitoraggio effettuato in diverse regioni italiane. I risultati mostrano come il principio attivo Dimetomorf, contenuto nei prodotti della linea Forum, sia ancora molto efficace nei confronti della Peronospora, soprattutto se applicato in strategie di difesa preventive, al contrario di altri fungicidi appartenenti allo stesso gruppo che hanno, invece, mostrato una ridotta attività su patogeno”.
L’incontro di oggi – conclude Ballerini – ha indubbiamente contribuito a rafforzare l’immagine di BASF come azienda leader in viticoltura. Grazie alla qualità della proposta tecnica e anche alla professionalità; qualità riconosciute ed apprezzate dal mercato

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome