Le innovazioni e le aziende premiate

La qualità e la competitività eco-compatibili protagoniste a Vinitech-Sifel 2016

Le nuove iniziative dell'edizione 2016 e l'arrivederci al 2018

45.708 operatori del settore di cui il 15,5 % internazionali, 850 espositori distribuiti su una superficie espositiva di 65.000 m2: questi i numeri essenziali della 20a edizione di  Vinitech-Sifel – Salone mondiale dedicato ai settori vitivinicolo, arboricolo e ortofrutticolo – svoltasi dal 29 novembre al 1°dicembre al Parc des Expositions di Bordeaux.

Trofei dell’Innovazione: premiati i sistemi a basso impatto e le tecnologie di precisione al servizio della qualità

Nell’ambito dei Trofei dell’Innovazione, il salone ha premiato le attrezzature, i processi o le tecniche che rappresentano i più recenti progressi al servizio delle due filiere cui si rivolge. Fra i 57 dossier esaminati, il Comitato Tecnico-Scientifico del Vinitech-Sifel ha assegnato 1 Premio Speciale della Giuria, 2 Trofei d’Oro, 3 Trofei d’Argento, 4 Trofei di Bronzo e 11 citazioni (l’elenco completo dei premiati è consultabile qui). Secondo quanto dichiarato dai due presidenti del Comitato Tecnico-Scientifico dei Trofei  Vinitech-Sifel, Jean-Luc Berger, esperto dell’OIV ed ex Direttore Tecnico nazionale dell’IFV, e Pierre Gaillard, Direttore del Ciref (creazione varitale di fragole), responsabile del coordinamento di Ricerca e Sviluppo frutta e ortaggi per conto di Propulso, “Questi 20esimi Trofei dell’Innovazione confermano l’impegno delle filiere per un’agricoltura sostenibile, in particolare con lo sviluppo dell’innovazione basata sull’agroecologia, le tecniche dell’agricoltura di precisione e la competitività“. Ecco le innovazioni che in ambito viticolo-enologico sono state premiate con trofei.

Oro: lotta al TCA e uno strumento di taglio dei porta-innesti

NDTech è la più recente e innovativa tecnologia per la lotta al TCA messa a punto da Amorim. Il processo, basato su un’analisi cromatografica rapida, consente di fornire tappi garantiti individualmente per un contenuto di TCA rilasciabile inferiore alla sogli di percezione. La società BM emballage è stata premiata per il suo BM 116, macchina ad alta velocità per la preparazione di portinnesti di vite. Tradizionalmente svolto a mano, questo lavoro è lento, ripetitivo e probabile causa di tendiniti per gli operatori. La macchina, dotata di touch screen per inserire i diversi parametri, consentirà di aumentare la velocità (da 7 a 10 volte superiore a quella di una singola persona), di diminuire i disturbi muscolo-scheletrici e infine di stabilire la posizione di taglio ottimale.

Argento: imbottigliamento, irrigazione e robotica

GAI MLE è una macchina imbottigliatrice a riempimento isobarometrico proposta da GAI FRANCE. Le sue valvole specifiche UNICA consentono una grande precisione di riempimento e un’efficace diminuzione dell’apporto di ossigeno disciolto. Winflow di ITK è un flussometro connesso per la gestione dell’irrigazione. Consente di rilevare facilmente a distanza i volumi di acqua realmente utilizzati. Associato a un modulo di comunicazione a bassa velocità consente il passaggio di informazioni verso un sito di controllo. Ted di Naïo Technologies è un robot scavallante elettrico per il vigneto utilizzabile in diverse operazioni colturali (per ora diserbo diserbo meccanico, in un secondo momento sfalcio, potatura, distribuzione di agrofarmaci e anche raccolta dati).

Bronzo: stima delle produzioni del vigneto, controllo remoto in cantina

Aquitaine Science Transfert è stata premiata per Earn, un sistema di acquisizione di immagini, associato a un software che consente di stimare la produzione del vigneto grazie al conteggio del numero degli acini visualizzati per metro lineare. Fokal è una console di controllo, monitoraggio e tracciabilità in cantina sviluppata dalla società  KELZYD. Consente di avviare e tracciare operazioni come gli assemblaggi, i travasi, etc. Lambox è un server integrato che con  un terminale standard tipo smartphone o tablet consente di monitorare e tracciare diverse operazioni in cantina. La società Lamouroux offre anche una gamma di dispositivi connessi e un’alimentazione con energia autonoma e originale. Top Tube, della società Parsec, fornisce una risposta elegante alla colmatura nei serbatoi grazie a una camera in acciaio inox e una protezione con gas inerte. Il sistema è automatizzabile, eliminando la necessità di personale di cantina per scolmature e travasi.

Risultati positivi su più fronti

Al termine di Vinitech-Sifel, la soddisfazione tra gli espositori era tangibile: “In alcuni settori le vendite sono state ben superiori alle previsioni, come testimonia il caso dei bottai presenti, che hanno registrato in questa edizione un volume di ordini superiore a quello abitualmente ottenuto nei saloni. Un produttore di turaccioli italiano che ci ha confidato di aver moltiplicato i contratti al salone! Intervistati a caldo, anche gli espositori del settore tecniche di coltivazione hanno dichiarato un giro di affari molto positivo”, ha afferma Delphine Demade, direttore del Salone. Molto apprezzate, tra le iniziative 2016 del Salone, le dimostrazioni tecniche del Techno Show, che hanno visto succedersi nel padiglione 2 una serie di macchine e attrezzature agricole di ultima generazione – con oltre 200 prove e una ventina di vendite realizzate – e il nuovo spazio di degustazione Wine and Spirits Profiling, che ha registrato il tutto esaurito in tutte le degustazioni tecniche organizzate per illustrare le ultime ricerche in materia di profili aromatici di vini e distillati. Appuntamento dunque al Parc des Expositions di Bordeaux dal 27 al 29 novembre 2018 per la 21a edizione di Vinitech-Sifel.  

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome