Bilancio 2016 a +10% rispetto all’anno precedente

Annata record per Amorim Cork Italia

Oltre mezzo miliardo di tappi venduti

53 milioni di euro di fatturato, una crescita del 10% rispetto all’anno precedente: sono questi i primi risultati d’eccellenza che emergono dal bilancio 2016 di Amorim Cork Italia, leader senza eguali in un settore fondamentale per il Bel Paese, con la sua grande storia di vini. Un anno in cui ha risposto a oltre il 25% delle richieste di tappi in sughero, servendo oltre 2500 cantine, forte anche di offrire un’esperienza sensoriale inedita e unica nel suo genere. Proprio nel 2016 la costante opera di ricerca e sviluppo ha portato al lancio mondiale di NDtech®, tecnologia di controllo qualità individuale con la garanzia di TCA non rilevabile. Un’avanguardia in cui Amorim Cork Italia si è resa protagonista, divenendo fiore all’occhiello per il Gruppo, giocando un ruolo fondamentale proprio nella crescita globale. Il successo internazionale della Corticeira Amorim ha visto anch’esso un aumento del 10% del fatturato, vendendo oltre 4,4 miliardi di tappi in tutto il mondo, con una quota nel settore dei tappi in sughero del 36% e del 23% se si considera l’intero mercato delle chiusure, comprese pertanto quelle a vite e quelle in plastica. Nel mondo si producono circa 18,8 miliardi di bottiglie in vetro da 0,75l: il sughero continua a rafforzare la sua posizione con circa 11,8 miliardi di tappi venduti nel solo 2016. Protagonisti di questa nuova consapevolezza nei consumatori sono i tappi in sughero di nuova generazione, che oltre a virtù tecniche provate da una scienza all’avanguardia, mantengono la piacevolezza dell’esperienza e della ritualità del servizio del vino. Al 146 posto tra le aziende top del Veneto e una crescita senza freni in tutte le regioni d’Italia che permette di prevedere già risultati più grandi per il 2017, il successo di Amorim Cork Italia viene così spiegato dall’a.d. Carlos Veloso dos Santos: “Uno dei complici del nostro successo è stato il tappo verificato dalla tecnologia NDtech che, nonostante il 2016 sia stato l’anno zero, ha avuto un’enorme richiesta da parte dei grandi vini italiani, ed è in continua crescita. A ciò aggiungo il nostro concetto di servizio, la nostra principale scommessa: siamo interlocutori privilegiati per le cantine italiane, un vero e proprio partner, che ha continuato ad investire per garantire loro sempre e solo il meglio possibile. Ne sono un esempio l’aumento del 30% della produzione nello stabilimento di Conegliano (TV), la climatizzazione di tutto il comparto produttivo, le certificazioni aziendali che ci portano a essere l’azienda più accreditata in Italia, il fatto di essere una delle prime aziende venete a fare l’adeguamento sismico in modo spontaneo, ma anche la nostra presenza capillare in tutto il territorio italiano“. Amorim Cork Italia, infatti, conta ben 75 persone tra 42 professionisti in azienda e 35 agenti della forza vendita. Un successo che di anno in anno si ripete e aumenta esponenzialmente, un risultato, anche per questo 2016, che è la somma di tanti fattori e porta l’azienda ad essere reputata il partner più affidabile presente sul mercato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome