Ceppi saggiamente abbinati per il loro effetto sinergico d’interazione metabolica

ANCHOR, ceppi e blend di lieviti per ogni esigenza

Ottimi risultati ne corso della bizzarra vendemmia 2017

Grandi conferme per gli ottimi risultati dei blend di lieviti Alchemy Red III e Alchemy Red IV saggiamente abbinati per il loro effetto sinergico d’interazione metabolica, nel caratterizzare i grandi vini rossi. Nel 2017 in Italia, annata molto bizzarra, si sono potuti apprezzare i brillanti risultati ottenuti sulle più diverse varietà rosse, anche a gradazioni alcoliche elevate.
Questi successi seguono la linea di Alchemy I e Alchemy II, i noti blend per bianchi ben espressi e tiolici. Si ricorda in particolare come Alchemy II risponda all’esigenza di produrre vini in cui la componente tiolica varietale risulti preminente.
Le performance di VIN13 e NT116 sono ormai una certezza, trovano vasta applicazione nel rivelare in modo diverso le tipicità dei singoli vitigni, con fermentazioni condotte anche a bassa temperatura.
Belle ed espressive le note di VIN2000, sempre con delicate ed eleganti sfumature olfattive, adatto anche per bianchi in barrique.
Exotics SPH, l’originale ibrido interspecifico naturale fra Saccharomyces paradoxus e cerevisiae, sviluppa un’espressione aromatica originale a partire da vitigni bianchi nobili. Interessante per caratterizzare i rosati, ottimo su vini rossi, con elevata produzione di glicerolo e sostegno agli aromi fruttati, complessi e persistenti.
NT 50 si distingue sempre per la produzione di glicerolo e in MPF a freddo. Adatto a molti vini rossi dagli aromi fruttati intensi, con struttura tannica morbida ma importanti. Per le grandi selezioni si ricorda anche NT202 che valorizza preziose note speziate. È la soluzione Anchor più adatta alla tecnica del coinoculo lieviti/batteri.

Richiedi maggiori informazioni















Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome